Che cos’è e soprattutto come funziona l’implantologia dentale? Ecco alcune spiegazioni minime sull’argomento

L’implantologia in breve

postato da saramoca il 06/04/2011
Categoria: Medicina e Salute - tags: implantologia

Sempre più frequentemente, i casi di edentulia, ossia di mancanza parziale o totale dei denti, vengono trattati con il ricorso all’implantologia, tecnica che consente di ripristinare senza grossi rischi la funzionalità e l’estetica del patrimonio dentale del paziente. In sostanza, la terapia consiste nel sostituire i denti mancanti con delle radici sintetiche: una operazione che permette di eliminare il ricorso alle protesi mobili (dentiere) o alle protesi fisse (ponti). Per l’impianto si fa ricorso generalmente al titanio, materiale che si è dimostrato particolarmente compatibile con l’organismo umano.

L’intervento di implantologia in sé non è eccessivamente invasivo e la sua durata, variabile a seconda della complessità dell’operazione, è generalmente molto limitata. Nei casi che lo permettono, è addirittura possibile introdurre l’impianto nell’osso senza nemmeno ricorre al bisturi. In ogni caso, risulta molto importante la fase post-operatoria, quando le visite di controllo, che il paziente dovrà effettuare se possibile con cadenza semestrale, permetteranno al dentista di verificare il buono stato delle strutture impiantate.

Insomma, pochi minuti e sarà possibile tornare a parlare, mangiare e sorridere in tutta serenità.