Con un piccolo gesto possiamo aiutare a migliorare la vita di qualcuno, un gesto concreto e semplice potrebbe migliorare il futuro di tutte quelle persone bisognose a cui la vita non ha riservato...
postato da FedericaM il 05/06/2017
Categoria: Attualità - tags: eredita in vita

Con un piccolo gesto possiamo aiutare a migliorare la vita di qualcuno, un gesto concreto e semplice potrebbe migliorare il futuro di tutte quelle persone bisognose a cui la vita non ha riservato tutta la fortuna che ha donato invece a noi. Stiamo parlando dell’eredità in vita, una donazione che a te non cambia la vita e che invece potrebbe cambiarlo ad un tuo prossimo o un tuo vicino. Perché l’eredità in vita? Semplice, perché non si vuole negare a nessuno di vivere in maniera dignitosa ma soprattutto non si vuole negare a nessuno il sorriso che dovrebbe essere parte di ognuno di noi senza differenze e altro.

Che Cos’è l’Eredità in Vita?

L’eredità o donazione in vita è un contratto posto in essere per spirito di liberalità: colui che dona agisce per pura benevolenza, arricchendo colui che riceve, senza ricevere nulla in cambio. Il donante e il donatario devono essere d’accordo nel dare e ricevere, manifestando reciprocamente le rispettive volontà. La donazione va fatta, necessariamente, per atto pubblico, ricevuto da un notaio alla presenza di due testimoni, pena la nullità. Si tratta pertanto di una donazione speciale per la sua entità, che di norma è rilevante in relazione al patrimonio del donante.”

L’eredità in vita è una donazione fatta con amore ed è rivolta a tutte quelle persone, bambini e non, che soffrono di malattie come la sordocecità che rischiano di vivere una vita ai margini della società senza essere coinvolti nelle attività quotidiane. La sordocecità è il presupposto per vivere una vita isolata ed è proprio questo che le Associazioni, con il loro impegno costante, vogliono evitare di fare.

Cosa si può Donare?

Possiamo donare una somma di denaro a nostro piacimento, qualsiasi bene mobile, come quadri, fondi di investimento, ma anche beni immobili, case, palazzi, abitazioni, terreni, locazioni, edifici. La donazione effettuata potrà diventare un giorno un’aula di giochi per bambini sordociechi, un’aula di studio, un parco giochi, una palestra, una ludoteca, una scuola di musica. Il nostro contributo è il loro futuro. Con i nostri aiuti, possiamo migliorare la vita di ogni bimbo affetto da sordocecità e pluriminorazione. Possiamo offrirgli un futuro dignitoso, coinvolgendolo in qualsiasi attività. Arricchiamo loro e noi stessi, perché sappiamo che abbiamo cambiato la vita di un bambino desideroso della vita. I bimbi affetti da tali sindrome hanno costantemente bisogno di attenzioni da parte delle persone vicine e di un personale professionale che sia in grado di inserirli nel contesto sociale. Un piccolo dono può aiutare anche la ricerca. Sono quasi 200 mila i casi di sordocecità in Italia e 10mila sono bambini. La migliore terapia è quella che lega l’aspetto comunicativo al gioco così da potenziare l’attività didattica fin dall’infanzia. E se nella nostra donazione diventerà un giorno una scuola, non pensiate saremmo le persone più felici al mondo?!

Una piccola donazione può aiutare questi bambini a vivere meglio, ad inserirsi meglio nelle attività didattiche e possono vivere una vita sicuramente migliore grazie al vostro sostentamento e al supporto dei professionisti.Con un piccolo gesto possiamo aiutare a migliorare la vita di qualcuno, un gesto concreto e semplice potrebbe migliorare il futuro di tutte quelle persone bisognose a cui la vita non ha riservato tutta la fortuna che ha donato invece a noi. Stiamo parlando dell’eredità in vita, una donazione che a te non cambia la vita e che invece potrebbe cambiarlo ad un tuo prossimo o un tuo vicino. Perché l’eredità in vita? Semplice, perché non si vuole negare a nessuno di vivere in maniera dignitosa ma soprattutto non si vuole negare a nessuno il sorriso che dovrebbe essere parte di ognuno di noi senza differenze e altro.

Che Cos’è l’Eredità in Vita?

L’eredità o donazione in vita è un contratto posto in essere per spirito di liberalità: colui che dona agisce per pura benevolenza, arricchendo colui che riceve, senza ricevere nulla in cambio. Il donante e il donatario devono essere d’accordo nel dare e ricevere, manifestando reciprocamente le rispettive volontà. La donazione va fatta, necessariamente, per atto pubblico, ricevuto da un notaio alla presenza di due testimoni, pena la nullità. Si tratta pertanto di una donazione speciale per la sua entità, che di norma è rilevante in relazione al patrimonio del donante.”

L’eredità in vita è una donazione fatta con amore ed è rivolta a tutte quelle persone, bambini e non, che soffrono di malattie come la sordocecità che rischiano di vivere una vita ai margini della società senza essere coinvolti nelle attività quotidiane. La sordocecità è il presupposto per vivere una vita isolata ed è proprio questo che le Associazioni, con il loro impegno costante, vogliono evitare di fare.

Cosa si può Donare?

Possiamo donare una somma di denaro a nostro piacimento, qualsiasi bene mobile, come quadri, fondi di investimento, ma anche beni immobili, case, palazzi, abitazioni, terreni, locazioni, edifici. La donazione effettuata potrà diventare un giorno un’aula di giochi per bambini sordociechi, un’aula di studio, un parco giochi, una palestra, una ludoteca, una scuola di musica. Il nostro contributo è il loro futuro. Con i nostri aiuti, possiamo migliorare la vita di ogni bimbo affetto da sordocecità e pluriminorazione. Possiamo offrirgli un futuro dignitoso, coinvolgendolo in qualsiasi attività. Arricchiamo loro e noi stessi, perché sappiamo che abbiamo cambiato la vita di un bambino desideroso della vita. I bimbi affetti da tali sindrome hanno costantemente bisogno di attenzioni da parte delle persone vicine e di un personale professionale che sia in grado di inserirli nel contesto sociale. Un piccolo dono può aiutare anche la ricerca. Sono quasi 200 mila i casi di sordocecità in Italia e 10mila sono bambini. La migliore terapia è quella che lega l’aspetto comunicativo al gioco così da potenziare l’attività didattica fin dall’infanzia. E se nella nostra donazione diventerà un giorno una scuola, non pensiate saremmo le persone più felici al mondo?!

Una piccola donazione può aiutare questi bambini a vivere meglio, ad inserirsi meglio nelle attività didattiche e possono vivere una vita sicuramente migliore grazie al vostro sostentamento e al supporto dei professionisti. 

Fonte: http://https://www.legadelfilodoro.it/landing/eredita-in-vita/2014/index.html