Viviamo nell'epoca del Fai da te, del Tutorial per fare qualsiasi attività, da quelle personali, a quelle lavorative...ma quando di parla di dati personali tutto cambia e tutto prende una piega...
postato da Recupero Dati il 17/04/2018
Categoria: Informatica - tags: computer + data recovery + disco + disk + drive + recupero dati

Viviamo nell'epoca del Fai da te, del Tutorial per fare qualsiasi attività, da quelle personali, a quelle lavorative...ma quando di parla di dati personali tutto cambia e tutto prende una piega diversa. Non siamo più così sicuri del Fai da te quando parliamo del nostro smartphone personale o del nostro computer. Stranamente però, oltre a non essere sicuri del Fai da te, non siamo neanche così sicuri di volerlo affidare a qualcun'altro. La verità è che quando si parla di dati personali la prudenza, dall'uno e dall'altro punto di vista, non è mai troppa.

Se ne sono sentite di ogni in materia di privacy dei dati personali; in un mondo in cui ogni giorno ci si impegna per assicurare la privacy dei dati, accade poi che la è proprio la privacy a vacillare e a farci sentire "scoperti" e alla portata di tutti.

Fino a poco tempo fa era praticamente normale demandare a terzi, specialisti e non, il recupero dei dati dal nostro smartphone, piuttosto che la riparazione del nostro computer di casa. Le cose sono cambiate se si pensa che è pieno il web di tutorial e software fai da te per recuperare i dati home made, per aggiustare il proprio computer a casa, o per cambiare il display al nostro telefono. Tutti ci sentiamo un pò tuttologi a quanto pare, ma spesso ne paghiamo anche le conseguenze.

Il web dà spazio a tutti; vi sono semplici blogger riconosciuti come influencers che dispendiano consigli su qualsivoglia argomento. Quante volte però ci siamo domandati se davvero potessimo fidarci?! Tali "tuttologi" spesso e volentieri si rivelano poco più di uno smanettone da tastiera che poco sà di come si tratta un telefono, di come si recuperano i dati da un cellulare o di come si interviene su un computer rotto. Quando non si verifica la proposta ci si assume automaticamente il rischio che quelle ci stanno dicendo o consigliando di fare potrebbe rivelarsi un flop, nonchè rischioso per alcune situazioni.

Quando ci mostrano ad esempio come si apre il disco del computer, dobbiamo stare ben attenti a chi ci sta fornendo tale informazione. E' un professionista che opera nella sua azienda? E' un tecnico specializzato autorevole?
Se il video che state vedendo è approssimativo, confuso e non vedete strumentazioni professionali non lo assecondate perchè il vostro computer, nenchè nelle vostre mani, non sta seguendo i consigli giusti. Parliamo di informatica perchè è il tenore del nostro post e del nostro settore, ma questo vale nella stessa misura per qualsiasi materia. Vi sono delle situazioni in cui possiamo intervenire da soli, in cui i rischi sono minimi o zero; mentre vi sono altre situazioni in cui dobbiamo farci seguire in maniera seria, anche nel fai da te, ma con le strumentazioni professionali, reali.

 

Fonte: http://www.recoveryitalia.it/products/challenger-rocket/