L'Ortodonzia è la branca dell'odontoiatria che si occupa della diagnosi, della prevenzione e della cura del malposizionamento dentale. L'Ortodontista è lo specialista in grado di progettare il...
postato da dentista_roma il 03/06/2019
Categoria: Medicina e Salute - tags: apparecchio + denti
L'apparecchio ortodontico

L'Ortodonzia è la branca dell'odontoiatria che si occupa della diagnosi, della prevenzione e della cura del malposizionamento dentale.

L'Ortodontista è lo specialista in grado di progettare il riallineamento dei denti a partire dallo studio del caso, cioè una analisi diagnostica individuale realizzata mediante valutazione clinica, fotografica e con l'ausilio di diagnostica per immagini come Raggi X, Ortopanoramica e Telecranio latero-laterale. Nel caso in cui siano presenti denti in eccesso (denti sovranumerari) o che dovessero ostacolare la terapia ortodontica sarà necessario ricorrere alla terapia chirurgica. Con l'ausilio degli strumenti soprariportati e basandosi sull'esperienza dell'ortodontista verrà consigliata la tipologia d’apparecchio ortodontico, anche detto apparecchio per denti, più adatto a correggere il problema del paziente

É possibile distinguere tre diverse fasi temporali per la terapia ortodontica:

  • Fase pre-adolescenziale: In questa fase di crescita, i piccoli pazienti, hanno i denti da latte e la terapia ortodontica (Intercettiva), è volta a corregge gli squilibri strutturali, in modo da avere un corretto sviluppo delle arcate dentarie. Gli apparecchi che si utilizzano, sono apparecchi mobili e “detti Funzionali”, perché aiutano a risolvere varie problematiche, tipo il succhiamento del dito, deglutizione atipica e abitudini viziate.
  • Fase adolescenziale: In questa fase, il paziente ha raggiunto la maturità scheletrica e la dentatura è definitiva e la terapia ortodontica è volta ad avere un adeguato equilibrio funzionale ed un’ottimale estetica del sorriso. L’apparecchio che si utilizzerà sarà l'apparecchio fisso.
  • Paziente adulto: la terapia ortodontica è finalizzata a ripristinare un’ottimale estetica del sorriso con un’occlusione stabile e bilanciata. La perdita d’elementi dentari a causa malattia parodontale (piorrea) o d’estrazioni dentali, provoca uno spostamento dei denti ed un alterato rapporto occlusale fra loro rendendo necessario un intervento ortodontico correttivo. L’apparecchio che si utilizzerà sarà di tipo apparecchio fisso od apparecchio invisibile, in base alla tipologia di difetto e di gravità del caso. Inoltre, nel paziente adulto si possono presentare degli squilibri scheletrici importanti, non corretti nella fase pre-adolescenziale e la terapia ortodontica potrà essere accompagnata da un trattamento micro-chirurgico o chirurgico.

Fonte: https://www.dentista.studio/apparecchi-ortodontici