L'ansia da separazione del cane in assenza del padrone: cos'è, perché si manifesta, consigli per risolvere il problema.

Che cos’è l’ansia da separazione?
Si tratta di tutta la serie di comportamenti negativi del cane manifestati a causa dell’ansia per l'assenza del padrone: distruzione, defecazione, minzione (urine), abbaiamenti…

Non è un difetto di razza, né una malattia mentale. E’ solo un problema che è possibile risolvere.

Perché il cane manifesta l'ansia di separazione?
Spesso, quando si decide di adottare un cucciolo, lo si prende così presto che a volte succede che la mamma non ha fatto in tempo ad insegnargli tutto.
Tra le ultime cose che la mamma insegna ai suoi piccoli c’è il cosiddetto “distacco”: la cagna respinge i cuccioli, che fino a quel momento la seguivano dappertutto.
Quando la mamma non c'è più, tocca a noi insegnargli il DISTACCO!
Come fare? Ecco qualche consiglio:

1. La solitudine

Spesso si pensa che il cane distrugge tutto quando si trova da solo perché non sopporta la solitudine. FALSO! Quello che scatena lo stress non è la solitudine, ma la separazione dalla persona cara.

2. La castrazione sociale

In un branco di cani o lupi solo la coppia di dominanti (coppa alfa) controlla il territorio. Se la caccia è stata magra mangia prima la coppia alfa e poi gli altri!
In casa questa gerarchia spesso non è rispettata: il cane partecipa a tutte le attività della famiglia-gruppo dominante!

Cosa fare? Marginalizzare il cane rispetto al gruppo dominante:
- Limitare le zone accessibili (camere da letto e zone pasti devono essere vietate)
- Non farlo assistere ai pasti e farlo mangiare per ultimo.

3. La de-ritualizzazione

Il vostro cane spende la maggior parte del tempo ad OSSERVARVI. Perciò è capace di anticipare ogni vostro movimento.
Riconosce tutte le vostre abitudini e i riti, e così l’ansia da separazione comincia a salire quando si accorge che state per uscire di casa.
Cosa fare? Cambiare le vostre abitudini prima di uscire da casa e creargli confusione.

4. La separazione

Venti minuti prima di uscire di casa dovete ignorarlo!
Quando rientrate, ignoratelo di nuovo. Solo quando avrà capito che lo state ignorando potete dargli attenzioni, senza nessuna agitazione, per esempio andare a fare una passeggiata con lui.

(continua)

 

Fonte: http://www.clinicaveterinarialospedaletto.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=2:ansia-da-separazione-cane-in-assenza-del-padrone&Itemid=126