Le banche offrono una terza proroga per la sospensione delle rate del mutuo

L’ABI lancia una cima a chi affoga nel mutuo

postato da saramoca il 19/04/2012
Categoria: Finanziamenti e Prestiti - tags: mutui

Visto il persistere, se non l’aggravarsi, della situazione di crisi che colpisce soprattutto le famiglie in cui un membro si trovi cassintegrato o disoccupato, l’ABI ha accettato di concedere una terza proroga alla sospensione delle rate dei mutui fino al prossimo luglio.

Il 31 luglio 2012 scadono i termini per la presentazione delle domande, che devono basarsi su eventi accaduti entro il 30 giugno. Vediamo i requisiti:

- perdita del posto di lavoro (tempo indeterminato) o cessazione del contratto (tempo determinato o simili);

- cessazione dell’attività di lavoratore autonomo;

- morte del componente familiare con il cui reddito la famiglia veniva sostenuta;

- cassaintegrazione ordinaria o straordinaria.

Questa proroga non si applica a quei mutui che hanno già usufruito della possibilità di sospensione delle rate. Secondo i dati in possesso dell’Abi, al 30 novembre dello scorso anno le banche hanno sospeso più di 55.000 mutui.

I singoli istituti possono applicare criteri diversi per la selezione degli aventi diritto e sarà, quindi, necessario informarsi presso gli sportelli o consultare le condizioni delle banche aderenti sul sito internet dell’Abi.

In linea di massima viene concessa una sospensione di 12 mesi con la procrastinazione degli interessi maturati nel periodo.

Conclusa la terza proroga, l’associazione bancaria italiana fermerà questo tipo di intervento che fa parte del “Piano Famiglie” varato nel 2009 e siederà ad un tavolo per la ridefinizione degli interventi di sostegno.