Starkey, azienda leader nel settore, progetta una nuova linea di prodotti con sensori e intelligenza artificiale per migliorare l’esperienza uditiva dei pazienti.
postato da Starkey Italia il 05/07/2018
Categoria: Salute e Benessere - tags: ipoacusia + starkey italia

Come in molti altri settori, anche in quello delle protesi uditive negli ultimi anni sono stati compiuti notevoli progressi. Le aziende del settore, come Starkey Hearing Technologies, leader mondiale nella produzione e nella fornitura di apparecchi acustici, si sono impegnate per realizzare prodotti sempre più innovativi, con un unico macro obiettivo: avvicinare le persone. Chi soffre di ipoacusia, infatti, non ha solo un problema di salute ma è in difficoltà anche a livello sociale: grazie alle protesi di ultima generazione, si aiutano le persone a migliorare la propria esistenza e a ritrovare la fiducia per vivere al 100%.

A questo proposito, Starkey lancerà una nuova linea di prodotti che, per la prima volta, utilizzeranno sensori e intelligenza artificiale per tracciare anche l’attività fisica dei pazienti (per esempio, la distanza percorsa a piedi nell’arco di una giornata) e includeranno altresì la tecnologia di tracciamento del movimento in 3D per visualizzare come l’utente muove il proprio corpo. La finalità è quella di abbattere i pregiudizi che spesso vengono associati all’uso degli apparecchi acustici: grazie a queste tecnologie, infatti, le protesi uditive vengono percepite come prodotti multifunzionali e, dunque, desiderabili.

“Molti dei nostri pazienti hanno più di 60 anni: conoscere i benefici che apporta lo svolgere attività fisica, porsi degli obiettivi, come può essere quello di fare almeno 10.000 passi al giorno, e poterli verificare sul proprio dispositivo acustico costituisce senza dubbio un valore aggiunto per chi indossa protesi uditive” – spiega Achin Bhowmik, chief technology officer e vice presidente esecutivo del settore ingegneristico di Starkey Hearing Technologies. Esperto di rilevamento 3D, calcolo interattivo, intelligenza artificiale, droni e dispositivi virtuali e integrati, Bhowmik nutre molta fiducia nella capacità di queste tecnologie di aiutare concretamente le persone. Incluse quelle che soffrono di ipoacusia.

Per il futuro, si prevede che i dispositivi acustici di Starkey siano in grado di tradurre la lingua di un interlocutore in tempo reale, in modo che l'utente possa capirlo all'istante, e inviare segnali d’allarme in caso di incidente. Una grande opportunità per il futuro delle tecnologie uditive. E per migliorare la vita di tante persone.

Starkey Italy S.r.l.

www.starkey.it

Fonte: http://www.starkey.it/