Nuova proposta di affitti a Roma per gli studenti universitari : hotel che si offrano di ospitare questi ragazzi.

Insieme per la Rinascita del Lazio in aiuto agli studenti fuori sede

postato da saramoca il 16/01/2011
Categoria: Italia - tags: affitti roma

“È vergognoso che per un posto letto i ragazzi arrivino a pagare 500 euro, spesso intascati a nero dall'affittuario. Basterebbe rispettare la legge 431/98- art 2 comma 3 del 2002 integrata dal Dm del 14 luglio 2004 che disciplina i contratti a canone concordato per studenti universitari”. Con toni accesi e di ribellione ha parlato così Andrea Calvello, responsabile di Insieme per la Rinascita per il Lazio. Quello che Andrea Calvello denuncia altro non è che la speculazione che viene fatta sugli affitti a Roma; capita troppo spesso che ragazzi fuori sede siano costretti ad affittare appartamenti spesso fatiscenti e squallidi nel tentativo di risparmiare qualcosa ma si vedono comunque estorcere cifre che superano i 500 euro mensili. Se fosse davvero messo in pratica il decreto ministeriale del 2004 allora non sarebbe necessario alzare la vocein continuazione a tono di denuncia. La legge 431/98- art 2 comma 3 del 2002 integrata dal Dm del 14 luglio 2004 è stata giustappunto messa in vigore per garantire “prezzi molto bassi per gli affitti agli studenti di famiglie di operai e impiegati e contestualmente agevolazioni fiscali per gli affittuari”. Ovviamente tutto ciò non accede, la legge non viene messa in pratica e quindi Calvello lancia un'idea rivolgendosi a tutti gli atenei di Roma : ogni ateneo può emanare un bando rivolto a tutti i proprietari di hotel e residence che vogliono mettere a disposizione, degli studenti fuori sede principalmente, una sistemazione di qualità regolata da un contratto e ad un prezzo basso. Una proposta a doppia faccia : buona sia per gli studenti ma ottima per le strutture alberghiere che riuscirebbero a “colmare le lacune” della bassa stagione.
Maggiori info : affitti Roma