Accenni sull’ISMOL’ingrediente chiave dell’ISMO è l’Isosorbide Mononitrato (C6H9NO6). Esso indica il metabolita attivo delll’Isosorbide Dinitrato. I metaboliti attivi sono minuscole molecole il...
postato da gianni79 il 27/09/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: analgesico

Accenni sull’ISMO

L’ingrediente chiave dell’ISMO è l’Isosorbide Mononitrato (C6H9NO6). Esso indica il metabolita attivo delll’Isosorbide Dinitrato. I metaboliti attivi sono minuscole molecole il cui compito è facilitare le reazioni che migliorano l’efficacia di medicinali come l’ISMO. Con l’assorbimento, gli effetti dell’ISMO si avvertono rapidamente.

L’Isosorbide Mononitrato discende nel tratto gastrico, agendo all’interno del corpo umano entro un’ora. Una volta che il medicinale entra in circolazione verso e nel cuore, l’Isosorbido Mononitrato (ISMO in breve) riduce il grado di lavoro del cuore. Il medicinale provoca la dilatazione delle arterie e delle vene che forniscono sangue al cuore, e queste si rilassano in modo che il cuore possa facilmente pompare sangue verso le diverse zone del corpo.

Quando i vasi sanguigni si dilatano, non c’è più spazio al loro interno né resistenza. Questo causa inoltre un calo significativo del volume diastolico del cuore. Il cuore necessita allora di meno energia per pompare sangue in tutto il corpo.

L’ISMO riduce drasticamente la pressione intramurale o interna del cuore. Questa distensione della pressione conduce ad un aumento del flusso sanguigno subendocardico. Il flusso sanguigno subendocardico ha a che fare con le descrizioni delle zone del cuore che ricevono sangue – dette anche circolazione coronaria.

La dilatazione di tutte le arterie e delle vene che portano sangue dentro e fuori dal cuore porta ad una diminuzione della quantità di lavoro necessario per rifornire il cuore di sangue. Con l’aumento del sangue, il cuore sperimenta un miglioramento del rifornimento di ossigeno. Poiché la richiesta di ossigeno diminuisce, anche il carico di lavoro dei muscoli cardiaci si riduce.

Prima di essere trasformato in compresse di ISMO, il composto di Isosorbide Mononitrato si presenta sottoforma di polvere quasi candida con un leggero gusto amaro ed un odore particolare. Tra i principi inattivi dell’ISMO ci sono Alluminio Lake Giallo 10 D&C, biossido di silicone colloidale, Allumino Lake Giallo 6 FD&C. Essi sono i componenti che conferiscono alla compressa il colore arancio.

Altri ingredienti dell’ISMO sono Cellulosa Microcristallina, Idrossipropilcellulosa, Sodio Amido-Glicolato, Biossido di Titanio, Magnesio Stearato, Lattosio, Polisorbato 20, Idrossipropilmetilcellulosa e Povidone. Le compresse di ISMO sono rotonde e coperte da un rivestimento liscio per renderne più semplice l’ingestione. L’ISMO è di colore arancio per e questo ne facilita l’identificazione. Nella parte superiore le compresse recano la scritta “ISMO 20” mentre nella parte inferiore presentano delle linee.

La dose consigliata di ISMO è di 20mg. Si prende una compressa al mattino e una alla sera con un intervallo di circa sette ore – la sera. L’intervallo di sette ore è necessario per evitare che il pazienti sviluppi assuefazione al medicinale.

Esistono degli effetti collaterali legati all’ISMO, il che si verifica spesso con farmaci potenti che si ottengono dietro prescrizione medica. I pazienti di solito lamentano mal di testa, ma questi disturbi si riducono e alla fine scompaiono man mano che ci si abitua all’ISMO. Altri effetti collaterali tipici sono perdita di sonno, spossatezza, disturbi di stomaco, nausea e vertigini.

L’ISMO si può acquistare sia in una farmacia locale che su Internet. Il medicinale viene distribuito in varie farmacie su Internet. Acquistandolo online, oltre a risparmiare molto, i clienti godono anche della convenienza della spedizione dei medicinali direttamente a casa.

Fonte: http://www.italianfarmacia.com/isosorbide-ismo.html