Due località in Trentino dove andare per una gita anche culturale

In Trentino sulle tracce dei Romani

postato da saramoca il 21/11/2010
Categoria: Turismo - tags: terzolas + vervo

I Romani furono a lungo nel Trentino, qui costruirono la Via Claudia Augusta, che portava a nord, e diedero l'impronta, se non la fondazione, a molti villaggi. Qui proporremo due mete, per chi volesse abbinare un po' di cultura alla classica vacanza sport-natura-relax, il cui toponimo è di origine romana.

Terzolas deriva il suo nome dall'antico Terciolasium, che sta a significare "terziere". Un soggiorno a Terzolas vi regalerà belle escursioni a piedi o in bicicletta in un paesaggio denso di meleti; poco lontano, sempre nella Val di Sole, potrete praticare rafting, canoa, pesca, trekking, nordic walking.

Gli edifici di interesse storico-artistico che vorrete visitare sono il Palazzo alle Torri Franche della seconda metà del 1300, la Casa Tenni alla Torraccia del XV secolo, il rinascimentale Palazzo Malanotti, la Casa Greifenberg della seconda metà del XVI secolo, la chiesa medievale di San Nicolò rimaneggiata in stile tardo-barocco.

Una gita a Vervò, l'antica Vervassium, vi porterà in uno dei luoghi strategicamente più importanti per i Romani per il controllo dell'Anaunia. Qui, infatti, sono state trovate numerose are, lapidi ed iscrizioni romane. Il centro dell'abitato vi farà passeggiare fra stradine e costruzioni massicce, sulle cui pareti potrete ammirare affreschi, meridiane e stemmi nobiliari. Di notevole interesse, inoltre, il complesso religioso di San Martino, costituito da una chiesa, un campanile, una cappella, un cimitero e una Via Crucis. L'edificio, che fu ricostruito più volte sulle precedenti strutture preistoriche e romane, si trova su uno sperone di roccia sotto il quale si apre il burrone della Pongaiola.