I dati sulla compravendita delle abitazioni in Emilia Romagna sono abbastanza positivi. Merito anche di un abbassamento generalizzato dei prezzi degli appartamenti

In aumento i bolognesi che comprano casa

postato da saramoca il 18/11/2010
Categoria: Attualità - tags: case a bologna

Sono state pubblicate le analisi relative all’andamento del mercato immobiliare in Emilia Romagna. E le notizie sono alquanto confortanti. Le case a Bologna hanno visto un calo dei prezzi pari all’1,6%, confermando di seguire il trend comune più o meno a tutto il Paese che vede un calo generalizzato del costo delle abitazioni. Ma la città nella quale i prezzi degli appartamenti hanno subito il decremento più forte è Rimini, mentre Ferrara, Parma e Piacenza risultano in controtendenza mantenendo prezzi sostanzialmente stabili.

 

In ogni caso, si tratta di buone notizie, dato che i mutui hanno registrato un incremento del 20% nel primo trimestre del 2010, facendo conquistare all’Emilia Romagna il quarto posto nella classifica delle regioni italiane con erogazione di prestiti più sostanziose. Nel periodo preso in considerazione, l’ammontare dei prestiti è stato pari a 1,289 miliardi di euro e ha registrato una crescita di 203 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La media dell’importo dei mutui è 129mila euro, cifra più o meno in linea con quella nazionale di 135mila euro, comunque cresciuta rispetto alla scorsa media di 122mila euro.

Bologna ha registra un aumento del 18%, con un ammontare complessivo di 335 milioni di euro. Rimini ha riportato un aumento del 20%, Reggio Emilia del 27% e, addirittura, Modena del 47%. Città dove, in parallelo, si è registrato un abbassamento dei costi delle abitazioni.