L’impotenza o la disfunzione erettile (ED) viene spesso associata a uomini più anziani, ma questo sta per cambiare.
postato da lucaro79 il 19/08/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: impotenza

L’impotenza o la disfunzione erettile (ED) viene spesso associata a uomini più anziani, ma questo sta per cambiare. Studi recenti hanno stilato delle statistiche che dimostrano che i soggetti anziani non sono gli unici a combattere con questo problema. Una ricerca della Northwestern University’s Feinberg School of Medicine e del Children’s Memorial Hospital ha osservato 234 studenti del college tra i 18 e i 25 anni sessualmente attivi.

Circa il 13 percento dei giovani uomini ha dichiarato di avere disfunzioni erettili. La disfunzione erettile (ED) si verifica quando gli uomini non riescono ad avere o a mantenere l’ erezione necessaria per il rapporto sessuale per circa il 25 percento del tempo. Le nuove scoperte smentiscono le credenze a lungo diffuse che solo le persone anziane soffrano di ED.

Impotenza E Giovani

Le cause della disfunzione erettile (ED) nei più giovani sono diverse da quelle della popolazione più anziana. L’impotenza tra i giovani di solito è causata da una serie di fattori psicologici – come l’ansia e lo stress al lavoro, problemi personali, e altro. Le pressioni a scuola o in ufficio giocano un ruolo fondamentale nell’insorgenza della disfunzione erettile in soggetti giovani. Inoltre, uomini e donne che hanno molte preoccupazioni sono di solito troppo distratti per godersi una salutare vita sessuale. Il senso di colpa e la depressione sono altre possibili cause dell’impotenza nella generazione più giovane.

Un’ altra importante causa di impotenza è l’ansia da prestazione. Sia che si tratti della prima volta di un ragazzo o dell’ansia derivante dalla preoccupazione dell’avere rapporti con qualcuno con cui non ci si vuole impegnare, i nervi o la paura di diventare intimi con quella persona possono bloccare un ragazzo e renderlo impotente.

Si dice anche che la disfunzione erettile (ED) e la depressione siano di solito correlate. Uno studio sull’invecchiamento maschile nel Massachusetts ha dimostrato che la prevalenza della disfunzione erettile è 1.8 volte maggiore nei pazienti depressi. Inoltre, è riconosciuto che la disfunzione erettile (ED) peggiora gli stati di depressione. Vari studi hanno dimostrato che una cura efficace della disfunzione erettile (ED) aiuta a migliorare lo stato di depressione.

Anche i fattori dello stile di vita contribuiscono all’insorgenza della disfunzione erettile. Il fumo da sigaretta ha un impatto enorme sulla salute dei vasi sanguigni in tutto il corpo. Uno studio 006 pubblicato sulla Rivista di Urologia afferma che i fumatori hanno il 1.5 di probabilità in più di andare incontro a disfunzioni erettili rispetto ai non fumatori.

Oltre alle implicazioni più ovvie per la salute legate al fumo – comprese le malattie cardiache, il cancro ai polmoni e le bronchiti, il fumo aumenta il rischio di infertilità e impotenza sia nelle donne che negli uomini.

La buona notizia è che – ci sono dei rimedi per evitare la disfunzioni erettile (ED) negli uomini più giovani. Un’attività fisica regolare dai 20 ai 30 minuti al giorno aiuta. Impegnarsi in attività rilassanti ridurrà i livelli di stress. La depressione o l’ansia devono essere trattate appena insorgono. Limitare l’assunzione di alcool e droghe. Un buon sonno notturno significa dormire dalle sei alle otto ore a notte. Consultare regolarmente un medico per dei checkup ed esami medici di screening.

L’impotenza può insorgere in qualunque uomo in qualsiasi momento. Può avere più di 60 anni o essere intorno ai 30, e soffrire comunque di disfunzioni erettili. Non importa a quale età un uomo sperimenti i problemi di disfunzione erettile (ED), ciò che conta è individuare la causa dell’impotenza e curarla nel modo adeguato. Anche vivere in modo salutare non fa male.

Fonte: http://www.farmacia-ita.com/disfunzione-erettile/