Non sai come scegliere l’illuminazione della tua cucina? Leggi la nostra guida, e riuscirai a capire come e quanto illuminare un ambiente così importante.

Illuminazione in cucina: 5 aspetti da considerare

postato da Quentin il 22/12/2017
Categoria: Cultura e Società - tags: arredamento + illuminazione

Quando si arreda la cucina, sono tanti gli aspetti da considerare, soprattutto perché parliamo di una delle stanze più importanti di un abitazione. Ciò vale in particolar modo quando si parla di illuminazione. Ogni cucina, si sa, è differente da tutte le altre, e diverso è soprattutto l’illuminazione da utilizzare. Per questo motivo, prima di compiere acquisti sbagliati, è fondamentale considerare 5 grandi aspetti, per evitare grossi errori e spiacevoli inconvenienti. Volete sapere quali sono? Ve li spieghiamo in questa guida.


1. Scelta dello stile


Gli stili della cucina sono abbastanza variegati, potete scegliere tra l’americano, il classico o l’italiano. Se ad esempio, optate per quest’ultimo la vostra illuminazione dovrà essere caratterizzata da lampadari grandi, estrosi ed ingombranti. Un esempio fra tutti, il lampadario appeso al soffitto, che riempie la stanza e dona comunque luce e calore. Di contro, in una cucina in stile americano potete invece usare dei piccoli lampadari d’arredamento, dal design minimal e ricercato.


2. Scelta del materiale


La cucina è un luogo molto particolare della stanza: si cucina, si maneggiano i cibi e alle volte si pranza e si cena. Per questo motivo bisogna prestare grande attenzione al materiale che si sceglie per la propria stanza. In questo caso, il nostro consiglio è quello di optare per lampadari di vetro o ceramica, che permettano di non contenere il grasso che inevitabilmente potrebbe formarsi sulla superficie dell’oggetto. Per questa ragione, vi consigliamo anche di pulire il più possibile il lampadario, per evitare spiacevoli inconvenienti.


3. Scegliete una luminosità accesa


In cucina, la luce non è mai abbastanza. Il motivo? In questo ambiente si maneggiano una serie di oggetti, anche pericolosi che potrebbero compromettere soprattutto la nostra salute, se utilizzati scorrettamente. Utilizzate dei lampadari con luce LED o al neon, con una luminosità accesa, per non correre nessun pericolo. Evitate il più possibile la luce calda in quanto potrebbero rendere l’ambiente troppo oscurato.


4. Scegliete la posizione dei lampadari


I lampadari possono essere posizionati in diversi punti della stanza. Potete inserire un classico lampadario al soffitto, che possa donare una luminosità equilibrata all’ambiente. Oppure potete utilizzare delle lampade da parete, molto moderne e ricercate; se siete particolarmente estrosi, invece, potete usare delle lampade a sospensione che conferiscano alla stanza un tocco retrò ma anche molto americano. Potete acquistare ciò che preferite in qualsiasi negozio di vendita di lampadari online.


5. Inserire una illuminazione sopra il piano cottura


È il sogno di ogni chef! Inserire un’illuminazione sul piano cottura non solo vi permetterà di valorizzare la vostra cucina ma vi faciliterà anche il processo di preparazione dei vostri piatti nelle giornate particolarmente buie. Con un’illuminazione di questo tipo, cucinare diventerà non solo piacevole ma soprattutto una passeggiata!