Tre milioni di italiani sono a rischio di sterilita'. E l'unico modo per contrastare questo pericolo e' la prevenzione. Basta una visita di controllo e l'analisi delna liquido seminale, per...

La prevenzione al Varicocele.

Tre milioni di italiani sono a rischio di sterilita'. E l'unico modo per contrastare questo pericolo e' la prevenzione. Basta una visita di controllo e l'analisi delna liquido seminale, per identificare un'eventuale presenza di sub-fertilita' a causa di varicocele. In questo caso si puo' intervenire e, entro un anno, portare il liquido seminale nei parametri normali, con una perfetta guarigione. Altrimenti, a causa del varicocele non curato, il liquido seminale peggiora fino a portare alla sterilita'.
I dati non sono confortanti perche' nel mondo il numero di persone sterili e' in crescita. Sono milioni nei paesi industrializzati e in Italia ogni anno 20 mila le coppie si rivolgono a centri specializzati per la fecondazione assistita.  Nel 19% dei casi, infatti, a una mancata gravidanza e' correlato un varicocele non curato. Inoltre, almeno 16 mila giovani sono affetti da malformazioni congenite del pene e molti uomini tra i 50 e i 60 anni, in seguito a traumi, devono fare i conti con l'induratio penis plastica, patologia che comporta l'incurvamento anche molto accentuato, dell'organo. La sterilita' maschile era considerata, in passato, un tabu'. Fortunatamente oggi le cose sono cambiate, con notevoli vantaggi non solo per la cura ma anche per la prevenzione di gravi patologie, come i tumori della prostata, del pene e del testicolo e la cura di disturbi e malformazioni che compromettono l'attivita' sessuale della persona.
Individuare eventuali disagi sin dai primi rapporti sessuali puo' contribuire al buon esito delle terapie. Gli esperti raccomandano anche di seguire sani stili di vita per prevenire alcune patologie. Al primo posto si collocano alimentazione sana (vanno privilegiati cibi ricchi di vitamine A, E, C e di selenio) e attivita' fisica.Da non trascurare un'accurata pulizia intima e un'attivita' sessuale regolare, evitando le astinenze prolungate che, non permettendo il ricambio nella prostata e nei testicoli del liquido seminale, favoriscono eventuali infiammazioni di questi organi.L'autopalpazione da effettuare ogni mese e' utile per verificare se i testicoli o i corpi cavernosi presentano anomalie, come aumento di volume, presenza di noduli, oltre a verificare il colore del liquido seminale (se e' rosato o bruno e' opportuno rivolgersi all'urologo).Infine attenzione anche ai traumi in quegli sport dove e' piu' alta la possibilita' di incidenti, come tuffi, rugby, calcio.