Ecco tutto quello che secondo automobile.it i giovani e i loro ansiosi genitori devono sapere per un acquisto oculato della prima auto

IL VADEMECUM DEL NEOPATENTATO

La prima auto è un po’ come il primo amore: non si scorda mai! Ecco perché bisogna fare di tutto affinché la scelta ricada su quella giusta. Ebbene, automobile.it si propone come  “dottor Stranamore” e dà ai suoi tanti, giovanissimi utenti una serie di suggerimenti su come trovare l’auto fatta apposta per  loro. Infatti, Marilda Qerimi, Country Manager di automobile.it, la piattaforma di annunci online per la compravendita di auto, moto e camper, nuovi e usati, afferma: “Sono tantissimi i giovani che si aggirano sul nostro sito, spaesati e con le idee poco chiare sulla macchina che cercano. È proprio per loro e per i genitori che abbiamo migliorato e incrementato i filtri di ricerca: così con pochi click possono trovare l’auto che fa al caso loro. Ma vogliamo fare ancora di più!”

Ed ecco la guida. Tanto per cominciare, si sa che  in genere la prima è una macchina da battaglia, che deve resistere ad angherie, urti, bruschi stacchi di frizione, logoramenti del cambio e a tutti quegli errori che i neopatentati sono soliti commettere per scarsa esperienza. Per questo, si tende a preferire un’auto usata, così che il ragazzo possa imparare a guidarla senza doversi preoccupare di rovinarla. Chiaramente bisognerà assicurarsi innanzitutto che l’auto sia in buone condizioni e che non abbia percorso più di 70.000 km.

Quanto alla potenza, beh non c’è molta alternativa: con i nuovi limiti del codice della strada entrati in vigore quest’inverno i neopatentati possono guidare auto fino a  70 kw di potenza, che comunque non è poco considerando che i più inesperti non hanno un buon controllo della velocità e sono spesso portati a schiacciare troppo l’acceleratore. Ancora, visto che i giovani appena patentati, nell’ansia di voler fare pratica e di assaporare l’indipendenza appena acquisita, sono soliti macinare parecchi chilometri, sarà bene scegliere una macchina che abbia consumi estremamente ridotti (un motore a metano  sarebbe l’ideale, ma anche il diesel è un buon compromesso) e bassi costi di gestione.

Sarà bene, poi, evitare le grandi dimensioni: un principiante ha bisogno di familiarizzare con le misure e di allenare l’occhio. Anche il cambio automatico è sconsigliato perché impedisce al guidatore di imparare a “sentire” la macchina. Ultima, ma non per importanza, la questione del prezzo: inutile dissanguarsi per un’auto che non è destinata a durare. Imporsi un tetto massimo di 10.000 euro potrebbe essere ragionevole.

Bene, questa è la teoria! Ma vediamo di fare degli esempi concreti, che ovviamente non possono prescindere dal sesso dell’acquirente. Per  gli uomini, che in genere aspirano fin da subito ad un’auto potente, automobile.it consiglia un’Alfa Mito 1.4 diesel o una Mini One D tra le auto nuove, mentre nell’usato propone una Classe A 160 CDI o una Peugeot 206 Plus berlina. Alle femminucce, invece, da sempre più attente all’estetica e alle forme aggraziate, si potrebbe suggerire una stilosissima Citroen C3 1.1 nell’usato  o una Volkswagen Polo1.2 Trendline, magari di un colore vivace, per quanto riguarda il nuovo.

Seguite automobile.it anche sulla pagina facebook, con foto e news sempre aggiornate:

http://www.facebook.com/www.automobile.it

Sito ufficiale:    http://www.automobile.it