Favole, fiabe o ninna-nanna, sono i metodi per conciliare il sonno nei bambini. Abbiamo già accennato a questi argomenti in vari articoli, affrontando la tematica sotto diverse sfaccettature. La...
postato da Etracom il 16/10/2018
Categoria: Salute e Benessere - tags: bambini

Favole, fiabe o ninna-nanna, sono i metodi per conciliare il sonno nei bambini. Abbiamo già accennato a questi argomenti in vari articoli, affrontando la tematica sotto diverse sfaccettature. La favola della buona notte aiuta tutti i bambini a prendere sonno, rafforzando anche il legame con i genitori.

I bambini non dovrebbero dormire, non è proprio vero

“I bambini non dovrebbero mai andare a dormire; si svegliano più vecchi di un giorno e senza che uno se ne accorga sono cresciuti.” Frase celebre (e abusata) di J.M. Barrie, diffusa dal noto film, che rispecchia un dato di fatto e una visione, forse fin troppo poetica, per descrivere quello che è il dramma (o gioia) di ogni genitore. Oggettivamente, avere dei bambini e metterli a dormire è difficile. E anche quando sembra si siano addormentati non vuol dire che la notte trascorrerà serena e tranquilla. Per questo motivo, oltre ovviamente a concedere la favola della buona notte (di cui abbiamo parlato in questo articolo), vista la citazione, per stasera consigliamo la lettura di “Peter Pan”. Il nostro consiglio è una buona routine pre-sonno.

Il rituale da fare ogni sera

Da tenere sempre a mente che i bambini hanno bisogno di più ore di riposo di un individuo adulto, mediamente un bambino ha bisogno di dormire 9-12 ore per notte. Questo è fondamentale affinché i bambini crescano in buona salute, fisica e mentale; dando al loro cervello la possibilità di ricaricare le batterie. Come fare sì che il nostro bimbo dorma il giusto numero di ore per notte? Molto semplicemente va abituato gradualmente, bisogna quindi metterlo a letto sempre allo stesso orario. Facendo percepire le variazioni dovute all’inizio del periodo scolastico, come graduali. Occorre gradualità per abituare i bambini ad andare a letto regolarmente. Ogni sera, specie con i bimbi più piccoli, occorre mantenere lo stesso rituale, sia pur modificando gli orari a seconda delle necessità. Importante è calcolare l’orario della cena (o poppata) per garantire la corretta digestione. Importantissimo è evitare di fare i compiti dopo cena, possibilmente vanno evitatianche televisione, smartphone e ogni altro accessorio che possa “riattivare” il cervello.

La regolarità per far dormire i bambini

Tutti gli esseri umani, bambini compresi, sono creature abitudinarie. Ragion per cui eventi eccezionali e modifiche drastiche agli orari, possono creare occasionali alterazioni. Nonostante questo, è importante che anche gli eventi occasionali vadano ammortizzati gradualmente, possibilmente facendo la differenza tra i giorni lavorativi e festivi. Anticipando, o ritardando gli orari del riposino o della cena. Per migliorare il sonno nei bambini è importante abituarli ad una regolare routine, della quale, non solo la lettura della fiaba è una colonna portante, ma anche un modo per far sì che crescano correttamente. Infatti, solo a Peter Pan è permesso non crescere mai.

Fonte: https://www.materassiedoghe.eu/blog/2018/10/16/sonno-nei-bambini