Il sindacato autonomo CO.NA.PO. dei Vigili del fuoco raggiuge la rappresentativita'.Alla prima riunione al Viminale l'organizzazione non viene invitata,si presentano ugualmente e guarda caso salta...

Il sindacato autonomo CO.NA.PO. dei Vigili del fuoco raggiunge la rappresentativita' ..

postato da raffaele il 15/05/2010
Categoria: Lavoro - tags: antonio brizzi + lavoro + sindacato + vigili del fuoco
Sindacato Vigili del Fuoco
  • FIRMATO IL DECRETO SULLA RAPPRESENTATIVITA’
    IL CONAPO E’ LA FORZA SINDACALE DEI VVF OPERATIVI
    E LA PRIMA RIUNIONE AL VIMINALE GUARDA CASO E’ SALTATA

    Traguardo storico per il sindacato autonomo dei VV.F. Vinta una sfida. Comincia una nuova lotta
    LA RIUNIONE AL VIMINALE
    SULLA MODIFICA DELLA 217
    E LE INTENZIONI CONAPO
    La mattina del 12 maggio, come
    preannunciato con lettera all’ amministrazione,
    stanchi di attendere la
    burocrazia sul riconoscimento
    della rappresentatività
    sindacale, una delegazione
    CONAPO, guidata da
    Antonio Brizzi, si è presentata
    al Viminale, nonostante
    non invitata, al tavolo
    amministrazione-sindacati
    per le modifiche del D.Lgs
    217/05, al fine di vedere
    cosa stanno combinando
    sul nostro futuro. Ebbene
    all’arrivo del CONAPO si è
    messo in moto uno strano
    via vai di prefetti e sindacalisti,
    e la riunione è stata
    dapprima rinviata al pomeriggio,
    e poi rimandata ad
    altra data da destinarsi,
    con motivazioni molteplici
    ma poco chiare.
    Abbiamo
    comunque appreso che sino
    ad ora, in tutte le riunioni
    che si sono susseguite
    sono stati discussi solo i primi 5 articoli
    del D.Lgs 217/05. Altra cosa importante
    che non risulta ancora chiara
    è quale sia il margine operativo di
    effettiva modifica assegnato a questo
    tavolo tecnico, ovvero quante risorse
    finanziarie il Governo metterebbe
    a disposizione. In mancanza
    di questo dato fondamentale da cui
    partire per calibrare una discussione
    seria (o una protesta in caso contrario),
    risulta impossibile per il CONAPO
    e per i VVF, avanzare effettive
    proposte concrete che si scontrerebbero
    con la mancanza di copertura
    finanziaria. Prima di avanzare
    proposte quindi, il passo del CONAPO
    sarà di chiedere chiarimento su
    questo: o si dice se ci sono soldi a
    disposizione oppure sorge il dubbio
    che il tavolo tecnico per la
    modifica del D.Lgs 217/05 è una
    bufala per tenere buoni i vigili del
    fuoco con una finta
    modifica probabilmente
    inventata dagli
    stessi che avevano
    promesso il comparto
    sicurezza e l’ equiparazione
    retributiva
    che non è mai avvenuta
    ! Sarà cura del
    CONAPO chiarire
    quanto prima questo
    delicato aspetto, qualora
    questa discussione
    sulla modifica
    dell’ ordinamento dovesse
    iniziare seriamente
    e non come
    fatto fin qui. In quel
    caso, se la discussione
    si dimostrerà
    vera e seria, il CONAPO
    avanzerà le
    sue proposte di modifica
    del D.Lgs 217/05,

    confrontandosi, punto
    per punto, con i propri iscritti, democraticamente
    e a maggioranza, attraverso
    il canale di discussione dei
    dirigenti sindacali territoriali.
    L’INCONTRO CON TRONCA
    LA RAPPRESENTATIVITA’
    Il CONAPO torna in protesta !
    La mattina del 13 maggio, vi è stato
    un incontro della delegazione CONAPO,
    con il Capo Dipartimento
    Prefetto Tronca, ove lo stesso ci ha
    riferito di aver dato disposizioni di
    bloccare tutti gli incontri non urgentissimi
    con le O.S. compreso il tavolo
    tecnico per la modifica alla 217, sino
    a quando non sarà chiaro chi è, e
    chi non è rappresentativo con l’ emanazione
    del decreto del ministro
    della funzione pubblica
    . E’ quindi
    emerso che il decreto sulla rappresentatività
    sindacale è stato firmato
    dal Ministro Brunetta, ed è in attesa
    della formalizzazione.
    Vediamo ora quanto ci mette
    l’amministrazione a darne comunicazione
    formale. Durante l’ incontro
    con Tronca, nonostante tutta la sua
    buona propensione per i Vigili del
    Fuoco, si sono potute registrate solo
    le intenzioni di passi avanti in merito
    ad alcune delle richieste di cui allo
    sciopero CONAPO del 28 aprile u.s.,
    ma la mancanza di impegni precisi
    da parte del Governo e dell’ Amministrazione,
    ovvero di date certe e
    risorse finanziarie, ha indotto la delegazione
    CONAPO a preannunciare
    da subito il ritorno alle proteste,
    affinché dopo ciò che hanno fatto e
    continuano a fare, i VVF non vadano
    nel dimenticatoio politico.
    A breve novità.
    CLIMA PESANTE A PALAZZO
    Per quanto riguarda la rappresentatività
    sindacale, gli uomini del CONAPO
    non si credano comunque di
    avere vita facile. Al palazzo è palpabile
    un clima pesante tale da far percepire
    che al CONAPO renderanno
    la vita sindacale molto difficile, spulciando
    ogni possibile normativa per
    trovare tutti i cavilli utili a frenare
    l’avanzata del CONAPO e rendere
    cosi difficile la strada del cambiamento.
    Su questo siamo certi che
    troveranno l’aiuto ed il conforto (se
    non la spinta) delle altre OO.SS !
    Ma agli uomini CONAPO, ai dirigenti
    sindacali, agli iscritti. questo non fa
    paura, si sono tutti da tempo abituati
    al clima di ostilità e diffidenza e questo
    li rende più forti e determinati. CONAPO avanti tutta !



    web: www.conapo.it – e-mail: nazionale@conapo.it
    Organo ufficiale di informazione del CONAPO Sindacato Autonomo Vigili del Fuoco Ciclostilato e stampato in proprio non periodico,
    distribuzione gratuita – Responsabile Antonio Brizzi 329/06.92.863 – Spedizioni Roberto Masi 347/49.70.199
    Brizzi: Le sofferenze
    dei VVF
    permanenti devono
    terminare, tratteremo
    con educazione
    e lealtà con
    amministrazione e
    colleghi degli altri
    sindacati che invitiamo
    a percorsi
    uniti se possibile,
    ma niente sconti
    sui temi principali
    del CONAPO !