Dopo la spaccatura con Fini e in vista delle possibili elezioni, il Pdl ha deciso di mettere su un complessino musicale per risultare più simpatico agli occhi degli italiani (ma forse lo era...
postato da satiraglio il 11/08/2010
Categoria: Cultura e Società - tags: berlusconi + pdl + politica + satira + umorismo
il pop delle libertà

Dopo la spaccatura con Fini e in vista delle possibili elezioni, il Pdl ha deciso di mettere su un complessino musicale per risultare più simpatico agli occhi degli italiani (ma forse lo era già eccessivamente!). Il complesso si chiamerà "Il pop delle libertà". Ecco a voi l’inedita composizione.

Coro: Gasparri. L’idea iniziale era quella di prendere venti coriste in abiti succinti, ma il buon Maurizio ha dimostrato di saper fare la caciara di 20 sgallettate in calore. Ci fidiamo di lui.

Tastiera: Bossi. Ha dichiarato però che non pigerà i tasti neri.

Cantante: Alfano. E’ riuscito a superare in extremis il cavaliere che non si è presentato alle audizioni per legittimo impedimento. Ha giocato a suo favore la raccapricciante somiglianza con Gigi d’Alessio.

Sax: Calderoli. E’ l’unico strumento che più valorizza la sua persona (infatti gli farà tenere la bocca chiusa).

Basso: Brunetta. Ma solo perché lo sa suonare.

Tromba: Bertolaso. Dopo il corso intensivo al Salaria sport village con una talentuosa insegnante cubana, è pronto a fare faville.

Percussioni: Giovanni de Gennaro. Anche se forse aveva capito percosse (vedi scuola Diaz…)

Fonte: http://satiraglio.ilcannocchiale.it/post/2518327.html