Non sono solo i servizi essenziali a rimanere in attività in tempo di blocco totale per la pandemia: anche gli spacciatori e i trafficanti continuano a darsi da fare.
Il mercato illegale della droga non si ferma

I trafficanti non sono spaventati dalla pena di morte, non temono il carcere a vita, e nemmeno le faide con le bande rivali. E qualcuno pensava che si sarebbero fermati per il blocco delle attività al tempo del coronavirus? Figuriamoci, con tutti i tossicodipendenti chiusi in casa e in crisi di astinenza la richiesta è sempre alta, e va soddisfatta.

A Vado Ligure sequestrati 140 chili di cocaina (16 milioni di euro), a Carrara due chili di cocaina e hashish, a Roma 10 kg di marijuana, a Palermo 33 kg di hashish.

Come contrastare questo mondo di criminalità che porta solo a degrado fisico e mentale? Come evitare che i giovani passino dal consumo occasionale a quello abituale o addirittura allo spaccio? Il contrasto delle forze dell’ordine è essenziale, ma sarà vano se non affiancato da una pervasiva opera di prevenzione che faccia da argine per le nuove generazioni.

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Un ragazzo informato, che pensa con la sua testa, pretenderà che gli sia dato un aiuto sincero, reale e naturale, senza ricorrere a droghe e farmaci dannosi. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

 

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

Fonte: https://www.noalladroga.it/