Il fumo può essere anche la causa di tumori della pelle. Il fatto che il fumo sia nocivo per la salute è risaputo.
postato da Mara121 il 06/12/2012
Categoria: Medicina e Salute - tags: fumo + smettere di fumare

Il fumo può essere anche la causa di tumori della pelle.

DANNI DEL FUMO SULLA PELLE – Il fatto che il fumo sia nocivo per la salute è risaputo. Per quanto concerne i danni sulla pelle già numerosi studi dimostrano che fumare ha delle conseguenze soprattutto a livello di invecchiamento precoce. Ma questo non è tutto, infatti il fumo potrebbe essere anche la causa di tumori della pelle molto aggressivi come il basalioma e lo spinalioma. Un nuovo studio dell’Università di Nottingham mette in luce la correlazione tra il consumo di prodotti del tabacco e l’insorgenza di tumori cutanei. I tumori a cui si riferiscono i ricercatori sono neoplasie cutanee non melanoma come il carcinoma basocellulare (basalioma) e il carcinoma a cellule squamose (spinalioma). Questi tumori sono tra i più comuni e rappresentano il 97% circa delle forme maligne della pelle.

EFFETTI CANCEROGENI ANCHE CUTANEI – “Abbiamo individuato 25 studi pubblicati negli ultimi 30 anni riguardanti gli effetti cancerogeni per la pelle dell’esposizione a sostanze contenute nel tabacco, sia attraverso il fumo di sigari e sigarette, comprese quelle ‘rollate’, sia tramite la masticazione”, ha spiegato Jo Leonardi-Bee, la coordinatrice della ricerca. “E abbiamo stabilito che questa esposizione aumenta del 50% la frequenza del carcinoma squamocellulare della pelle.” In vista di eventuali critiche e contestazioni a questo studio, la ricercatrice britannica precisa già la loro “indagine ha alcuni punti di forza indiscutibili”.

UN MOTIVO IN PIU’ PER SMETTERE – “Prima di tutto gli studi raccolti hanno una valenza su scala mondiale, dal momento che sono stati effettuati in 11 nazioni di 4 continenti. Poi, anche se i nostri dati non stabiliscono quanti anni di fumo o quante sigarette determinano una soglia di rischio, mostrano che la frequenza di cancro squamocellulare è più elevata nelle persone che continuavano a fumare rispetto a quelle che avevano smesso, in analogia a quanto si osserva in molte malattia fumo-correlate, tra cui il cancro del polmone”, ha precisato la studiosa britannica. La scoperta comunque si aggiunge alla lista dei rischi legati al fumo e dei buoni motivic he dovrebbero spingere le persone a smettere di fumare o, per chi è ancora in tempo, a non iniziare nemmeno. Ad oggi esistono vari trattamenti che possono aiutare i fumatori ad abbandonare il vizio del fumo e a salvaguardare la propria salute.

Fonte: http://www.121doc.it/press/il-fumo-causa-di-tumori-della-pelle-8687.html