La settimana del dollaro neozelandese è stata molto volatile, anche se alla fine il bilancio è in equilibrio rispetto all'USD. Un probabile esaurimento dell rally del dollaro USA, la moderazione...

Il dollaro neozelandese si risolleva contro l'USD

postato da serpentediterra il 26/05/2018
Categoria: Finanza - tags: come funziona forex + piattaforma forex + trading
dollaro neozelandese

La settimana del dollaro neozelandese è stata molto volatile, anche se alla fine il bilancio è in equilibrio rispetto all'USD. Un probabile esaurimento dell rally del dollaro USA, la moderazione delle preoccupazioni riguardanti i rischi geopolitici e alcuni segnali di una ripresa rinnovata della crescita economica globale si aggiungono a un ambiente fertile in cui il dollaro neozelandese può prosperare, come ben comprende chi sa il forex trading come funziona.

I movimenti del dollaro neozelandese

La mossa verso il basso della valuta "kiwi" è stata guidata in gran parte dagli eventi nel mercato obbligazionario globale e da un deterioramento della propensione al rischio tra gli investitori. I rendimenti dei titoli obbligazionari statunitensi a 5, 10 e 30 anni hanno raggiunto livelli altissimi, a causa delle preoccupazioni relative all'aumento dell'inflazione, dei tassi di interesse e dell'emissione del debito da parte del Tesoro. Ciò ha incentivato gli investitori a vendere il dollaro neozelandese e ad acquistare il biglietto verde per investire nel mercato obbligazionario americano piuttosto che viceversa.

Nel frattempo, le prospettive di politica monetaria neozelandese si sono deteriorate dopo che il nuovo governatore della Reserve Bank of New Zealand Adrian Orr ha azzerato le possibilità di rialzo dei tassi nel 2018. Per questi motivi la coppia NzdUsd è scesa di 5,16% su trimestre, ma perdite rilevanti il "kiwi" le ha accusate anche contro la sterlina inglese (200 punti durante le otto settimane fino a fine maggio).

Tuttavia le forze che spingono al ribasso il NZD sembra si stiano affievolendo. Alcuni analisti della piattaforma forex migliore italiana stanno persino scommettendo contro il biglietto verde, sostenendo che le aspettative sui tassi degli Stati Uniti si sono mosse troppo e che i rendimenti dovrebbero tornare presto a valori più contenuti. C'è chi prevede allora che l'NZD possa raggiungere quota 0,7100 nelle prossime settimane e chiudere l'anno 2018 a quota 0,7200. Questo rende molti trader ottimisti riguardo al possibile recupero di gran parte delle perdite subite dal NZD durante aprile e maggio.