Gli abusi psichiatrici sono più frequenti di quanto si possa pensare, l’elettroshock è ancora una realtà.

Volontari del CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani) saranno presenti con un tavolo informativo all’interno delle Fortezza da Basso di Firenze, nell’ambito di “Firenze Fantasy”, la manifestazione fantasy più grande d’Italia.

L’Italia della salute mentale non è così rose e fiori come si vorrebbe credere: ogni anno, aggirando i paletti previsti dalla legge, si verificano numerosi Trattamenti Sanitari Obbligatori irregolari, e troppo spesso la cronaca riferisce episodi di decesso in seguito a TSO. Lo stesso Basaglia, il cui nome viene impropriamente usato per riferirsi a questa legge, la criticò fortemente, disapprovando l’omologazione della psichiatria alla medicina. In realtà, con l’eccezione di poche isole felici, l’Italia sembra aver già dimenticato gli insegnamenti di Basaglia e Antonucci.

L’iniziativa dei volontari fiorentini s’inserisce nella campagna promossa dal CCDU e dai Radicali per riformare la legge in senso garantista, e nella raccolta firme per la messa al bando della Terapia Elettroconvulsivante, più nota come elettroshock. La TEC, contrariamente a quanto credono in molti, è disciplinata da una circolare ministeriale dell’ex ministro Bindi, e viene ancora praticata nel Belpaese.

Vi aspettiamo il 17 marzo dalle 0re 11,00 alle ore 16,00 in piazza Bambine e Bambini di Beslan, il nostro stand sarà alloggiato nell'area pedonale tra la fermata della tramvia e il ballatoio verso il bastione.

Lo scrittore ed umanitario L.Ron Hubbard ha scritto: “I Diritti Umani devono essere resi un fatto, non un sogno idealistico”

Fonte: https://ccdu.org/