Igiene orale Roma Monteverde
postato da Dentista Roma il 17/06/2019
Categoria: Salute e Benessere - tags: igiene orale roma

L’Igiene orale professionale

La salute dei denti e un bel sorriso condizionano il rapporto con gli altri essendo la prima cosa che appare di noi. Un bel sorriso con i denti in mostra è un’ottima presentazione, la cattiva gestione dell’igiene orale porta spesso a sorrisi a labbra serrate.
Nello studio dentistico Ciampa Giancarlo in Roma, ci adoperiamo per ottenere una salute ed un’estetica ottimale. Le cause che possono alterare l’aspetto e la salute dei denti sono: la placca battericail tartaro, le macchie causate da caffè, thè e fumo. Per mantenere una corretta igiene orale è fondamentale la prevenzione dentale attuabile solo ed esclusivamente attraverso la visita odontoiatrica periodica. Gli intervalli per tali controlli sono mediamente di sei mesi durante i quali si valuterà la presenza di tartaro e la presenza di carie iniziali, pertanto si potrà provvedere ad igiene orale tramite , ablazione del tartaro, scaling e root planing e ad otturazione e cura della carie.
A seguito del controllo il paziente, per la salute della sua bocca, dovrà provvedere ad una corretta igiene orale giornaliera. Compito del medico è quello di educare i pazienti ad una corretta cura giornaliera della bocca. Il nostro consiglio è quello di lavare i denti dopo ogni pasto spazzolandoli con attenzione per rimuovere la placca batterica responsabile dell’accumulo di tartaro e dell’insorgenza della carie. La pulizia serale è quella da eseguire con più attenzione poiché durante il sonno abbiamo una riduzione della salivazione e dei movimenti muscolari della bocca favorendo così il permanere e la crescita dei batteri nel cavo orale.
Per una corretta igiene orale servono gli strumenti più comuni, quali spazzolino, dentifricio, scovolino, filo interdentale e colluttorio. Importante per un’ottimo risultato è il corretto utilizzo e la giusta frequenza con cui si usano. Lo spazzolino, lo strumento più importante, rimuove meccanicamente i residui di cibo dai denti, deve essere con manico dritto, setole artificiali mediamente morbide e testina non troppo grande per raggiungere tutte le aree della bocca. Lo spazzolino va cambiato all’incirca ogni tre mesi e va tenuto aperto in zone areate per evitare l’accumulo di batteri. Lo spazzolino va usato in senso verticale cercando di andare delicatamente nella zona dove il dente si inserisce nella gengiva, bisogna prestare attenzione alla forza che si utilizza perchè sempre più spesso notiamo abrasioni e lesioni della gengiva dovute proprio ad un’eccesso di spazzolamento o di forza usata. Il dentifricio aiuta nell’igiene e deve essere non abrasivo per non danneggiare lo smalto; i dentifrici sbiancamenti hanno sempre degli agenti abrasivi mentre molto buoni sono i dentifrici desensibilizzanti che, avendo all’interno dei sali di calcio, aiutano la rimineralizzazione di dentina e smalto. Lo scovolino aiuta la pulizia tra dente e dente lì dove il dentifricio non arriva, in ultimo il filo interdentale andrebbe usato solo ed esclusivamente nelle zone dove non riesce a lavorare lo scovolino. Il filo va utilizzato solo in questi casi e con molta attenzione perchè può essere fortemente traumatico per la gengiva. Il colluttorio è un prodotto ausiliario e va utilizzato dopo aver pulito accuratamente i denti. L’igiene quotidiana va assolutamente coadiuvata da quella professionale in quanto la rimozione del tartaro totale o parziale non è possibile con gli strumenti domiciliari. La rimozione del tartaro viene fatta ambulatorialmente attraverso strumenti meccanici ad ultrasuoni o strumenti manuali quali le curette utilizzate per lo scaling e il root planing.

ISTRUZIONE ALIMENTARE E DI IGIENE DOMICILIARE
La nostra alimentazione può far variare in maniera considerevole lo stato di salute di denti e gengive. L’assunzione continua di zuccheri associata ad una cattiva igiene crea un ambiente favorevole al proliferare di batteri cariogeni. Questi batteri metabolizzano gli zuccheri creando sostanze acide che attaccano lo smalto favorendo così la carie. L’assunzione adeguata e continua di vitamine permette invece di dare alle gengive un supporto adeguato per poter resistere a gengiviti e parodontiti. Anche l’apporto proteico è fondamentale per la salute gengivale insieme ad un’adeguata assunzione di acqua. Una scarsa alimentazione riduce l’autopulizia della bocca favorita dall’aumento della salivazione durante i pasti e dalla stessa masticazione che produce una funzione meccanica sulle superifci dentali.

Fonte: https://www.studiodentisticociampa.it/igiene-orale-e-professionale/