Conosciamo insieme questi diamanti talmente grandi da suscitare ammirazione, ritrovati nelle miniere africani e indiane e riportati alla luce grazie alla maestria dei gioiellieri.

I tre diamanti più grandi del mondo, un viaggio dal Cullinan al Millennium Star

postato da Antonia il 15/08/2017
Categoria: Cultura e Società - tags: bracciali con diamanti + bracciali tennis + diamanti
bracciale tennis con diamanti

Nelle epoche passate le pietre preziose erano simboli di potere perché rare e splendide. Alcuni diamanti sono entrati nella storia circoscritti a un percorso pieno di mistero, tra leggende e mito.

Conosciamo insieme questi diamanti talmente grandi da suscitare ammirazione, ritrovati nelle miniere africani e indiane e riportati alla luce grazie alla maestria dei gioiellieri. 

1. Il Cullinan, il più grande diamante grezzo mai trovato, con un peso di 3.106,75 carati, pari a 621,35 grammi. 

Il suo nome deriva dal luogo del suo ritrovamento, Cullinan, in Sudafrica, così come era Cullinan anche il cognome di Sir Tomas, proprietario della miniera Premier Mine da cui il diamante fu estratto.

Con tanta maestria dalla pietra originaria sono stati ricavati 105 diamanti di varie forme e dimensioni.Molti di essi sono entrati a far parte del tesoro della Corona inglese. Il tesoro reale, conservato nella Torre di Londra, comprende i diamanti Cullinan I e II, Cullinan III (94,40 carati), Cullinan IV (63,60 carati), Cullinan V, Cullinan VI, Cullinan VII, Cullinan VIII e Cullinan IX.

2. Il diamante Excelsior, per lungo tempo è stato lo “sconosciuto” tra i diamanti più famosi. Il motivo della sua “mancanza” nelle classifiche è dovuto alla sua storia: la pietra fu tagliata in pezzi troppo piccoli perché si conservasse traccia della sua grandezza.

Il diamante venne rinvenuto nella miniera Jagersfontein, in Africa, per puro caso, da un lavoratore che trovò qualcosa di strano a ostruire la pala di ghiaia.

La splendida pietra, bianca dai riflessi blu si presentava di altissima qualità e con una forma particolare, simile a una pagnotta. Il coincidere della scadenza del contratto tra la compagnia mineraria e il consorzio d'imprese londinesi che gestiva il commercio dei diamanti, proprio nel giorno della scoperta, furono l'inizio della sfortunata storia del diamante.

Il diamante venne spedito a Londra, ma non si trovò un compratore disposto ad acquistare una pietra così grossa.Per renderlo più appetibile si decise di tagliarlo in varie pietre più piccole, circa 11 pezzi, di cui il più grande da 69,68 carati. La decisione fu definita da Alfeo F. Williams De Beers nel suo libro “Some Dreams Come True” come “imperdonabile”.

3. Il Gran Mogol fu scoperto in India nella miniera di Kollur. Il suo peso grezzo è di 787,50 carati. La sua storia è avvolta nel mistero e a oggi della pietra non c’è traccia.

All’epoca venne donato allo scià Jehan, il grande monarca della dinastia mongola dell’Indostan, l’antico regno degli indù. 

La storia che ci perviene sul diamante Gran Mogol si deve al mercante di gemme Jean Baptiste Tavernier che lo vide e lo ritrasse in un viaggio in India. Per ingrandire il mistero, si sospetta che altri due grandi diamanti come il Ko-hi-noor o l’Orlov siano dei suoi frammenti.

 

Nel mondo brillante dei diamanti la maestria dei gioiellieri fa nascere ogni giorno nuovi miracoli. I gioiellieri di BraccialeTennis sono alla vostra disposizione per incantarvi con la loro arte e creare il bracciali tennis con diamanti che avete sempre desiderato.