InfoArredo è il portale di arredamento e design per la tua casa. Prodotti, aziende, novità del settore.
postato da mondointernet2009 il 13/12/2010
Categoria: Servizi - tags: armadi + arredamento + arredo + aziende + camera da letto + cucina + design + divani + mobili + portale + pubblicita

New York celebra design, arte e cultura italiana in un grande triplice evento dei Saloni Milano.

Manhattan sarà la location d’eccezione del progetto organizzato da FederlegnoArredo e Cosmit  in collaborazione con ICE/Istituto nazionale per il Commercio Estero e con il supporto del Ministero  dello Sviluppo Economico per la promozione del sistema arredo italiano negli USA, sotto il marchio “I Saloni Milano” in scena dal 29 novembre 2010 all’8 gennaio 2011.

Presentato nelle scorse settimane a New York all’interno della suggestiva cornice di Eataly alla presenza dell’artista e regista d’avanguardia Robert Wilson, del presidente di Cosmit Carlo Guglielmi e del presidente di FederlegnoArredo Rosario Messina, l’ambizioso progetto prende il via con “Italian Design Street Walking” che prevede un circuito di 20 showroom di aziende italiane già presenti nella città caratterizzati da un’immagine coordinata, curata dallo Studio Cerri & Associati, e promosso con una guida dettagliata in tutti i punti strategici per il business delle aziende in città.

italian-design-street

Carlo Guglielmi presidente di Cosmit commenta: “Siamo elettrizzati all’idea di poter condividere  la bellezza della creatività e della cultura italiana con la città di New York. Quale luogo migliore se non la capitale mondiale della creatività per iniziare le celebrazioni dell’anno dedicato al Design Italiano. Nell’organizzare questo evento abbiamo pensato a New York capitale creativa del mondo  e a Milano capitale internazionale del design, ruolo che la città ha assunto grazie al nostro Salone  del Mobile. Pensare a New York come la summa della creatività significa anche ragionare su un dato  del quale siamo ovviamente consapevoli: il pubblico americano e soprattutto quello di New York sono, proprio in ragione di quello che dicevo, fra i più maturi al mondo, avvezzi al design ed estremamente esigenti. Infatti ci presentiamo proprio a New York con un evento di grande spessore culturale,  sofisticato e ricco di contenuti”.

L’inaugurazione è prevista il 29 novembre con un percorso dal “gusto” italiano che prevede degustazioni di prodotti made-in-Italy forniti in collaborazione con Eataly. Il 30 novembre ore 11,00 si tiene invece “Italian Design Beyond the 20th Century”, incontro-dibattito sul design organizzato in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura presso l’Italian Cultural Institute di New York. Inoltre, FederlegnoArredo e Cosmit affiancano all'attrazione commerciale dei negozi  due importanti eventi culturali.

Anche Rosario Messina presidente di FederlegnoArredo mostra grande soddisfazione: “Siamo orgogliosi  di approdare negli Stati Uniti con un progetto di così grande valore e di poter promuovere l’arredamento italiano all’interno del mercato americano, strategico per l’Italia considerando che a oggi le esportazioni oltreoceano ammontano a 551 milioni di euro. Questo è il motivo per il quale riponiamo grandi speranze nel progetto, convinti che saremo in grado di innescare la scintilla di un processo di ripresa e crescita, del quale negli ultimi mesi abbiamo già avvertito le prime avvisaglie. La nostra presenza a Manhattan con un circuito di showroom di aziende italiane e di iniziative culturali curate da due grandi artisti, Greenaway e Wilson, rappresenta la commistione tra prodotto ed espressione artistica, due modi d’interpretare l’eccellenza del made-in-Italy”.

Dal 30 novembre al 18 dicembre presso il Center 548 sulla 22ª strada, verrà aperta al pubblico ”Perchance to Dream” un’installazione curata da Robert Wilson, artista che colloca video ritratti  di Roberto Bolle étoile del Teatro alla Scala e primo ballerino dell'American Ballet Theatre, New York,  in un originale paesaggio stilizzato costituito da oggetti scelti nella produzione di cinquant’anni  di interior design italiano.

Bolle1

 

“Perchance to Dream afferma l’artista Robert Wilson si inserisce in un filone del mio lavoro che inizia già negli anni Settanta con i Video Fifties e si ricollega alle mie ricerche più recenti dei Voom portraits.  In quest’ultimo lavoro il ritratto si realizza non più in un solo schermo, ma in una molteplicità di schermi che presentano i diversi aspetti della personalità di Roberto Bolle, non solo un grande danzatore, ma un amico che ho conosciuto in questi anni e con cui spero di realizzare un giorno anche uno spettacolo. Sarà quindi una sorpresa ritrovarlo quasi immobile in questo lavoro in cui ho voluto inserirlo tra oggetti che provengono dal mondo del design – italiano come lui – fino a creare quasi dei paesaggi  o delle nature morte, alla ricerca del movimento nell’immobilità: ma per me still life è real life”.

Dal 3 dicembre al 6 gennaio il programma culturale prosegue con un altro straordinario appuntamento quale il nuovo allestimento dell'Ultima Cena di Leonardo interpretata da Peter Greenaway, opera  che ha debuttato a Milano in occasione del Salone del Mobile 2008. Tale evento è presentato  da Park Avenue Armory, che dà avvio a una nuova vita di quella storica struttura definitivamente destinata a manifestazioni espositive di alto profilo. Nella cornice di un suggestivo allestimento,  sempre Greenaway regalerà la reinterpretazione di un’altra grande opera d’arte italiana, Le nozze di Cana di Paolo Veronese, già messa in scena dallo stesso Greenaway a Venezia.

ultimacena-1

 

“Il frutto di questa ricerca - sostiene Greenaway - è un ambizioso progetto che riguarda dieci famosi  e fondamentali capolavori della pittura, realizzati dal Rinascimento al secolo scorso, che hanno radicalmente mutato il nostro modo di vedere il mondo, e sicuramente il modo di rappresentarlo.  La ricerca riguarda il linguaggio di questi dipinti, osserva come funzionano ed esamina il modo  in cui sono stati ideati e realizzati, in significativa relazione con gli ambienti e i contesti sociali,  politici ed estetici contemporanei”.

 

http://www.infoarredo.it/rubriche/art-225-i-saloni-milano-conquistano-la-grande-mela/

Fonte: http://www.infoarredo.it/rubriche/art-225-i-saloni-milano-conquistano-la-grande-mela/