postato da capital il 19/04/2010
Categoria: Hotel - tags: hotel 3 stelle rimini + turismo + viaggi gratis
Prontovacanze.net,il portale della Riviera Adriatica

Concedersi una vacanza sulla costa adriatica senza spendere un euro è ora possibile grazie al concorso “Gratta il Weekend”, il gioco gratuito on-line del portale turistico Prontovacanze.net che mette in palio weekend per 2 persone sulla riviera romagnola in hotel 3 stelle con trattamento di pensione completa. Lo sanno bene Salvatore Aiosa e Luana Marceddu che, il 5 aprile scorso, hanno vinto la prima estrazione del concorso,aggiudicandosi rispettivamente un soggiorno all'hotel Dusseldorf di Rivazzura di Rimini e all'hotel Stacchini di Cesenatico.

Partecipare a “Gratta il weekend” è semplice e veloce. Cliccando sul banner del concorso (in alto a destra) nel sito di Prontovacanze.net, si accede ad un colorato coupon interattivo (http://www.prontovacanze.net/concorso.php) da grattare con il mouse (in modo simile ad un gratta e vinci). Ottenuto il codice personale di cinque cifre, basterà compilare il modulo elettronico con i propri dati per entrare nella lista della fortuna ed avere la possibilità di vincere un weekend in riviera con trattamento di pensione completa.

Il concorso "Gratta il Weekend" - partito l’11 gennaio - si chiuderà il prossimo 30 luglio. In palio ci sono ancora 4 fine settimana per 2 persone: i primi due verranno estratti il 7 giugno (per i codici "grattati" nel mese di aprile e maggio 2010 ); gli altri il 2 agosto (per i codici pervenuti nel mese di giugno e luglio 2010). I weekend dell'estrazione del sette giugno sono offerti dall'hotel Stacchini di Cesenatico e dall'hotel Tiffany di Cattolica.

Ogni utente/computer potrà partecipare al concorso una sola volta. Inoltre, tutti i nominativi doppi che risultano riconducibili alla stessa persona, saranno eliminati prima dell’estrazione.

 

Per partecipare al concorso Gratta il Weekend e leggere il regolamento visita la pagina: http://www.prontovacanze.net/concorso.php

 

Fonte: http://www.comunicati-stampa.ws/2010/04/14/16257