Il concorso musicale porta alla vittoria i casertani Sha’Dong, i foggiani Ozona Cherry e i salentini Indika

GLI SHA’ DONG CAVALCANO L’ONDA SONORA

Sono gli Sha’ Dong a vincere l’Onda Sonora Music Contest, l’evento di promozione musicale per band emergenti svoltosi in due serate, 1 e 6 luglio, a Frassanito, Otranto, nell’ambito della WaveTrotter Competition. Questo gruppo, già piuttosto affermato nella sua terra, il Casertano, ha sorpreso e coinvolto tutti i presenti con una performance entusiasmante e una indiscussa padronanza del palco. Saranno, pertanto, gli Sha’ Dong a beneficiare del corso tenuto da Marcello Tozzi presso l’Accademia di Musica e Spettacolo di Napoli e della messa in onda in rotazione su Radio Flo e Radio Antenna Verde di un proprio brano messi in palio.

Come i primi classificati, anche secondi e terzi godranno, poi, del privilegio di avere i loro brani in rotazione su Radio Antenna Verde e Radio Flo, tutti i giorni per 60 giorni.
Il secondo posto è stato assegnato ai foggiani Ozona Cherry, band  giovane anagraficamente, ma estremamente matura sul piano musicale: ispirandosi, per loro stessa ammissione, ai Sum41, hanno già ottenuto un grosso successo e sono tra i finalisti dell’Italia Wave. Energici e grintosi, hanno fatto ballare e scatenare il pubblico della WaveTrotter Competition.

Terzi classificati sui sei gruppi finalisti in gara troviamo gli Indika, il gruppo di casa: i tre musicisti sono, infatti, di Aradeo, nel leccese, e hanno molto meravigliato per il loro rock duro, ma così sapientemente eseguito da risultare gradevole e orecchiabile. Ottimi musicisti, preparati, in grado di affrontare con  disinvoltura anche i momenti di improvvisazione. Come mai al terzo posto? Resta da lavorare un po’ di più sulla presenza scenica.

Non sono stati comunque da meno anche gli altri gruppi che, dopo mesi di selezioni e giudizi da parte delle due radio coinvolte e dei critici loro ospiti, sono arrivati ad esibirsi alla WaveTrotter Competition in occasione dell’ appuntamento “Onda Sonora”.

I gruppi che si sono fatti valere in queste serate sono: i palermitani Rockky Band (band coinvolgente e appassionata), i leccesi Fallin’ Bomb (una band fenomeno giovanissima che ha buone probabilità di successo in futuro, viste le notevoli basi tecniche e l’originalità degli arrangiamenti di genuino punk californiano) e dei romani Audiomatica (band di esperienza, di buon rock italiano).
C’è da riconoscere che tutte le band in gara hanno dimostrato grande talento e hanno lasciato, ciascuna a modo suo, qualcosa di profondo al pubblico presente. E questo qualcosa è senz’altro la passione per la buona musica, il coraggio di mettersi in gioco e la determinazione nel perseguire una strada, quale quella della musica, perennemente in salita.

Ecco perché, oltre ai complimenti più sinceri agli Sha’ Dong , rivolgiamo un sentito in bocca al lupo a tutte le altre band partecipanti e le invitiamo a non smettere mai di credere nei loro talenti  perché ne hanno da vendere. Buona musica a tutti!