La Pet therapy, terapia con animali da compagnia, è nata nel 1961 per opera dello psichiatra infantile Boris Levinson e  grazie al suo lavoro “Il cane come coterapeuta”. Durante gli incontri...

Gli animali nostri amici e la Pet therapy

postato da PaolaVr il 15/07/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: animale + animali + boris levinson + pazienti + pet therapy

La Pet therapy, terapia con animali da compagnia, è nata nel 1961 per opera dello psichiatra infantile Boris Levinson e  grazie al suo lavoro “Il cane come coterapeuta”.

Durante gli incontri terapeutici Levinson notò che i suoi piccoli pazienti con disturbi psichici erano attratti dal suo cane e più disponibili ad interagire con lui. La comunicazione diretta con il terapeuta diventava meno ostica e più spontanea alla presenza dell’animale, infatti il bambino comunicava in maniera indiretta, attraverso l’animale. Lo studioso elaborò la sua teoria grazie ai benefici ottenuti dai bambini a contatto con piccoli animali.

In questi 40 anni la disciplina è progredita ed è applicata in vari settori socio-assistenziali: dagli ospedali, alle case di riposo, alle comunità di recupero.

L’animale diventa un buon coterapeuta perché ha la capacità di calmare l’ansia, di aiutare a superare la depressione e lo stress, di dimostrare affetto. È giocherellone, libero e con la sua spontaneità  nel contatto fisico stimola i sensi.

Per la Pet therapy sono impiegati animali sani, predisposti a legare con i pazienti e con un buon equilibrio.

In Italia le associazioni, che si occupano di questa terapia, sono in aumento