Per informazioni: youthforhumanrights.org dirittiumani.roma@gmail.com

Giornata Internazionale della Gioventù

Giovani, futuro, diritti umani. Una terna inscindibile che i volontari di Gioventù Internazionale per i Diritti Umani hanno rinsaldato facendo conoscere gli articoli della Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite.

 

Per celebrare la Giornata Internazionale della Gioventù, indetta dalle Nazioni Unite per il 12 di agosto, i volontari di Gioventù Internazionali per i Diritti Umani (youthforhumanrights.org) hanno tenuto uno stand informativo al circo di Giancarlo e Kevin Colombioni a Marina di San Nicola.

 

Alla fine dello spettacolo della serata del 12 agosto, tutti i genitori e i ragazzi presenti hanno ricevuto in omaggio l’opuscolo “Che cosa sono i diritti umani?”.  Per ogni pagina della pubblicazione un diritto della Dichiarazione Universale per i Diritti Umani ONU, del 10 dicembre 1948, e nelle pagine finali la versione integrale di questo importante documento che codifica i principi di libertà, uguaglianza, solidarietà e giustizia la cui prima bozza storicamente nota è rappresentata dal cilindro con cui Ciro il Grande aboliva la schiavitù nel 539 a.C.

 

Durante la serata sono stati estratti a sorte alcuni DVD dal titolo “30 Articoli. 30 Diritti” che rappresentano un altro degli efficaci strumenti didattici prodotti da Gioventù Internazionale per i Diritti Umani. Si tratta infatti di 30 video di 60 secondi ciascuno che portano in vita i 30 diritti della Dichiarazione Universale, e rappresentano un modo efficace e diretto per far conoscere i diritti inalienabili che spettano a ciascun uomo donna e bambino per nascita, com’era nell’intenzione che si legge nel preambolo alla dichiarazione: “L’Assemblea Generale [delle Nazioni Unite ndr] proclama la presente dichiarazione universale dei diritti umani come ideale comune da raggiungersi da tutti i popoli e da tutte le Nazioni, al fine che ogni individuo ed ogni organo della società, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere, con l’insegnamento e l’educazione, il rispetto di questi diritti e di queste libertà e di garantirne, mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale, l’universale ed effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra i popoli degli stessi stati associati, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione”. 

 

Il materiale distribuito per questa occasione è stato donato dalla Chiesa di Scientology di Roma, da anni sostenitrice del progetto Gioventù Internazionale per i Diritti Umani.

 

Per informazioni:

 

youthforhumanrights.org

 

dirittiumani.roma@gmail.com