E' innegabile che una grande fetta di mercato dell'intrattanemineto videoludico passi attraverso i dispositivi di nuova generazione: Smartphone e Tablet. Fin dall'inzio del loro proliferare questi...
postato da Massimino il 16/07/2014
Categoria: Videogame - tags: app + internet + phablet + smartphone + tablet
Hay Day il videogioco di Supercell

E' innegabile che una grande fetta di mercato dell'intrattanemineto videoludico passi attraverso i dispositivi di nuova generazione: Smartphone e Tablet. Fin dall'inzio del loro proliferare questi oggetti hanno cambiato non solo il modo di vivere la quotidianità, l'approcio alle proprie cerchie sociali e al modo di comunicare, ma anche a come ci si diverte.

Se in passato si era costretti a utilizzare consolle e pc per giocare, i quali erano anche fisicamente collocati in un contesto casalingo o relegato a luoghi adibiti (le sale giochi), adesso questo confine si è fatto più labile, per non dire... portatile!

La semplicità e la comodità di avere in un unico dispositivo la possibilità di lavorare e di giocare, ha espanso quest'ultima attività superando così i limiti e i confini di spazio e tempo del passato.

Infatti, fino a qualche anno fa, esisteva un "luogo" e un "tempo" adibito al gioco, adesso invece, ogni pausa, momento libero, anche in viaggio, è impiegato per fare una partita a Candy Crush o a Hay Day. Proprio quest'ultimo, un gioco che simula la vita campestre di un agricoltore/imprenditore, ha fatto registrare un successo stepitoso a quelli di Supercell, famosa anche per aver sviluppato "Clash of Clans", un gioco di strategia, che fa ancora parlare di sè.

Secondo le parole del suo CEO, Ilkka Paananen, "quotidianamente (su Hay Day) vengono effettuati oltre 40 milioni di scambi commerciali tra i giocatori presso i negozi che si trovano lungo le strade delle faattorie".

Supercell infatti crede che i tablet e gli smartphone siano la piattaforma definitiva per i giochi: non solo perchè il fulcro di tutto ciò sta spostando l'ago della bilancia dalla quantità alla qualità dei giochi disponibile per questi dispositivi, ma anche perchè gli utilizzatori di tablet e smartphone stanno crescendo di giorno in giorno.

Inoltre, sempre secondo il numero uno di Supercell, i giocatori accedono ai prodotti indifferentemente sia da iPhone che da iPad che da piattaforma Android: il loro modo di affrontare il gioco, però, è diverso in base al dispositivo che usano per giocare. Ad esempio, una sessione di gioco su Smartphone è in genere più breve, mentre su Tablet le persone giocano molto più a lungo.

A leggere queste dichiarazioni si capisce che è proprio la qualità di questi titoli, sviluppati per il gaming mobile, ad averne decretato il successo. Sono titoli cioè con i quali i giocatori vogliono trascorrere del tempo. Quindi è tutta una questione di qualità e di contenuti coinvolgenti.

Detto questo non vuol dire che i videogiochi per consolle stiano andando incontro a un declino irreversibile, perchè sicuramente sono ancora molto popolari e richiesti. Tuttavia i giochi mobile stanno vedendo una grande crescita e godono di diversi modelli di business che non ci sono sulle console. Inoltre, diverse piattaforme non necessariamente si escludono a vicenda, poiché la gente ama cambiare la piattaforma con cui gioca.

Infatti il modello "freemium", molto comune nei giochi su dispositivi Mobile, appare essere la soluzione migliore per tutti. Per gli utenti, che vedono sempre più titoli di qualità, e per gli sviluppatori che con un budget non troppo alto possono sfornare giochi interessanti. Inoltre si abbatono le barriere all'ingresso costituite dal prezzo da pagare per acquistare un titolo: chiunque può provare a giocare gratuitamente ai videogiochi mobile, mentre chi vuole trascorrere più tempo ed è disposto a spendere del denaro può farlo. I giochi gratuiti, infatti, sono facili da dimenticare e possono essere rimossi con un semplice click. Per avere successo, il gioco deve essere veramente di alta qualità e deve essere coinvolgente - e l'unico modo per raggiungere questi obiettivi è avere passione per la realizzazione di grandi giochi.

Tornando ad Hay Day, il gioco che forse meglio di altri rappresenta questo nuovo paradigma dei giochi online, è possibile affermare che sfrutta in pieno tutte le caratteristiche di interfacciamento del tablet e dello smartphone, dal multitouch allo swipe. Hay Day ha introdotto un nuovo tipo di gioco di simulazione di fattoria dove i giocatori sono chiamati a gestire l'intera catena alimentare, dall'assemblaggio delle materie prime alla produzione delle merci finite. Il tutto attraverso swipe, che vengono usati per riprodurre le reali attività che si svolgono in una vera fattoria. I giocatori piantano le varie colture strisciando le dita sui terreni per depositare i semi, raccolgono agitando la falce, verniciano con un colpo di pennello, prendono le uova covate dalle loro galline facendo scorrere un cestino per ciascuna di loro, e molto altro ancora. E, ed è una caratteristica unica di Hay Day, i giocatori possono acquistare e vendere i beni prodotti in un mercato aperto popolato da altri giocatori collegati tramite Facebook e GameCenter. Inoltre sono nate così tante community di giocatori che cercano di cooperare e aiutarsi a vicenda, tramite lo scambio di suggerimenti o di strategie per migliorare la produzione della propria fattoria: un esempio su tutti? Trucchi Hay Day.

E' difficile dire a questo punto quale sarà l'evoluzione dei videogiochi, se cioè si andrà verso un totale abbandono delle consolle o se invece coabiteranno ancora, o se ancora, verranno introdotti in futuro nuove tecnologie e dispositivi ludici in grado di soddisfare le richieste degli utenti. Ma è pacifico affermare che allo stato attuale, il mondo del gaming stia sperimentando una rivoluzione che non avveniva da quando le prime consolle di gioco si affaciarono sul mercato.

Fonte: http://www.trucchihayday.it