Tra gli oltre 200 pizzaioli provenienti da ogni parte del mondo e divisi per categorie, alla decima edizione del “Campionato italiano assoluto di pizza” - organizzato dall'Associazione pizzerie...

Fernando Stagliano' si conferma miglior pizzaiolo d'Italia under 26

pizzaiolo

Tra gli oltre 200 pizzaioli provenienti da ogni parte del mondo e divisi per categorie, alla decima edizione del “Campionato italiano assoluto di pizza” - organizzato dall'Associazione pizzerie italiane e svoltosi lo scorso mese di maggio a Fiumicino - Fernando Staglianò di Petrizzi (Cz), si è classificato primo nella categoria under 26 sbaragliando i suoi “rivali”, e ricevendo, oltreché il plauso della Giuria che ha preferito la sua buonissima “Pizza lady” alle tante altre degustate, anche gli onori della presidente Wanda Ferro che proprio ieri a Catanzaro - presso Palazzo di Vetro - lo ha onorato di una targa quale riconoscimento per “il prestigioso risultato conseguito nel Campionato”, alla presenza dell'assessore Nicola Montepaone, del presidente della quarta commissione attività produttive, Vittorio Cosentino, e del presidente della prima commissione affari generali, Marziale Battaglia. «Ho rischiato la squalifica dalla manifestazione e mi sono salvato per il rotto della cuffia - ha dichiarato ancora emozionato per l'inatteso riconoscimento, Staglianò, per poi proseguire - durante la gara finale si era smarrita la mia scheda tecnica (una sorta di “test di valutazione”con domande inerenti la loro professione, alle quali hanno dovuto rispondere i partecipanti alla manifestazione) senza la quale non avrei potuto continuare a gareggiare». «Mi sono sentito chiamare dal direttore di gara proprio mentre stavo controllando la cottura della “Pizza lady” (una bontà che ha come ingredienti sulla pizza, un fondo di crema di zucca gialla aromatizzata al gorgonzola, fiori di zucca e pancetta affumicata piccante calabrese, il tutto cotto rigorosamente nel forno a legna, come nella sua pizzeria Woda Woda a Petrizzi) e sono andato immediatamente a sentire cosa fosse accaduto con il cuore in gola». «Fortunatamente si è risolto il tutto in pochissimi minuti ed io sono potuto ritornare alla mia postazione giusto in tempo per togliere la pizza dal forno, senza minimamente immaginare che da lì a breve, dopo la beffa del destino, sarei stato proprio io il vincitore nella mia categoria.