C'è un clima di ritrovata fiducia nell'euro, ma la BCE adesso è impegnata a contenere i fin troppo facili entusiasmi che si stanno diffondendo. E' vero che nella EuroZona i dati macro stanno...

Euro, la BCE sta tendendo a freno il rialzo della valuta

postato da serpentediterra il 05/04/2017
Categoria: Finanza - tags: bce + dollaro + euro + tassi + valuta
euro-dollaro

C'è un clima di ritrovata fiducia nell'euro, ma la BCE adesso è impegnata a contenere i fin troppo facili entusiasmi che si stanno diffondendo. E' vero che nella EuroZona i dati macro stanno migliorando, ma tuttavia il cambio dell'euro contro il dollaro non offrirà grossi spunti rialzisti se non nel medio periodo. Quanto al breve invece, stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta bullish per l'evidente difficoltà a procedere oltre quota 1,0744. Non ci sono trucchi opzioni binarie 60 secondi strategie vincenti che tengano, la situazione è questa.

Peraltro non ci pare che la valuta europea possa beneficiare di un sostegno dagli eventi in programma nel calendario economico. Infatti la lettura finale del PMI manifatturiero ha confermato che c'è un miglioramento anche a marzo, ma non abbastanza da dare uno slancio deciso all’euro.

Quali prospettive per l'euro

Questo succede soprattutto per la prudenza mostrata dalla Banca Centrale Europea. L'istituto guidato da Mario Draghi, se da una parte ammette il miglioramento in atto del quadro congiunturale, dall'altra ribadisce che non ci sono i presupposti per l’avvio di una svolta monetaria. In questo modo cerca di prevenire il formarsi di attese premature di rialzo dei tassi, che spingerebbero su l'euro. Ad esempio, Praet ha ribadito che èprima andrà chiuso il programma di acquisto titoli (quantitative easing), e solo dopo si potranno alzare i tassi. Si è però ben guardato dal dare dei chiari riferimenti temporali.

E allora cosa succederà all'euro? Noi monitoreremo l'andamento con la strategia bande di bollinger e RSI, e riteniamo che la probabilità maggiore a nostro avviso è che bisognerà ancora avere dalle conferme dalla BCE e dai suoi membri, prima di puntare con decisione al rialzo della valuta unica nel breve periodo. E' infatti probabile che la BCE ribadisca la necessità di un approccio ancora cauto, e questo metterà il freno alla valuta europea.