Nessun esodato dal pubblico, l'impegno del ministro Patroni Griffi

Il caso esodati nel settore privato ha creato tanti grattacapi al Governo e, in particolare, al ministro Elsa Fornero. Un balletto sulle cifre e sui numeri, che ha creato solo confusione e preoccupazione nei sindacati e nei lavoratori: sono tanti, forse 300mila o di più, quelli che rischiano di restare senza copertura pensionistica dopo esser stati "messi fuori" dalle aziende.

La situazione non si ripeterà però nel settore pubblico. È quanto ha promesso il ministro Filippo Patroni Griffi alla vigilia della discussione con i sindacati sulla spending review nella pubblica amministrazione. Ci saranno sì tagli - forse di 24mila dipendenti statali - ma non ci sarà nessun esodato, si impegna il ministro.

C'è da credergli?

Intanto, il responsabile del dicastero alla Funzione Pubblica ha spiegato: "Entro il 31 ottobre i ministeri e le altre amministrazioni dovranno rifare le piante organiche sulla base della legge che prevede un taglio del 20% dei dirigenti e del 10% degli altri dipendenti rispetto alle cifre attuali. A quel punto si inizieranno a fare i conti veri, tenendo presente che alcune amministrazioni avranno bisogno di personale, mentre altre dovranno liberarsene. Questi non sono tagli lineari, semmai lineari sono gli obiettivi finali, ma tutte le modalità sono calibrate sulle specificità”.

Fonte: http://www.promessepubbliche.com/politica/819-il-ministro-promette-una-manovra-non-traumatica