Vento e sole al posto dei combustibili fossili per dare una mano all’ambiente e tagliare le bollette

Energie rinnovabili per aiutare ambiente e portafoglio

postato da saramoca il 09/08/2012
Categoria: Tecnologia - tags: pannelli solari

Le energie rinnovabili si chiamano così perché, a differenza di petrolio e gas, non devono sottomettersi ad un fatale destino di esaurimento, ma sono a disposizione in maniera continua. Una seconda, importantissima, caratteristica di questo tipo d’energia è che non produce inquinamento, se non in modo indiretto, per la produzione e lo smaltimento dei dispositivi atti a trasformarla in energia utilizzabile per le nostre esigenze.

Una novità in questo campo è il minieolico, cioè un sistema di utilizzo della forza del vento su scala domestica, quindi con delle pale di dimensioni compatibili e sufficienti per un’abitazione privata. L’impianto minieolico necessita di vento che abbia un’intensità di 2-4 metri al secondo e si rivela, di conseguenza, proficuo solo in alcune zone d’Italia, come gli Appennini, le Dolomiti e il Meridione.

Chi abita in zone poco solleticate dal vento, potrà scegliere, invece, di catturare l’energia solare per trasformarla in corrente elettrica, con i pannelli fotovoltaici, o in acqua calda, con i pannelli termici. Una valutazione di fattibilità e di resa energetica andrà richiesta ad una ditta competente (vai al sito per maggiori dettagli), che dovrà fare un sopralluogo  e determinare la soluzione tecnica migliore per il caso specifico. è importante trovare professionisti specializzati, perché per ottenere un impianto correttamente dimensionato e veramente efficiente ci vogliono esperienza e know how, altrimenti si rischia che l’investimento si riveli un flop (maggiori informazioni qui).