Presentazione di una realtà del mondo della piccola editoria che fa della qualità delle proprie pubblicazioni il proprio fiore all'occhiello

Editoria con passione

Logo flower-ed

Approfittando della pubblicazione, qualche giorno fa, della traduzione di “Rose Leblanc” di Lady Georgiana Fullerton, che è andata ad arricchire ulteriormente la collana “Five Yards” e di “Just David” di Eleanor Hodgman Porter, quarto titolo della collana “Grandfather Clock” e della concomitante ricorrenza del primo “compleanno” della biografia di Jean Webster intitolata “C’è sempre il sole dietro le nuvole. Vita e opere di Jean Webster”, scritta dalla bravissima Sara Staffolani e pubblicata il 24 aprile 2018 vi voglio parlare della flower-ed una casa editrice nativa digitale nata nel 2012 grazie all'idea della dottoressa Michela Alessandroni. Si tratta di una casa editrice che punta su pubblicazioni di qualità che fanno della cura dei dettagli il loro fiore all’occhiello

Una casa editrice con una serie di collane davvero di classe

 

Il catalogo di questa casa editrice, che comprende sia ebook che libri cartacei, si articola spazia tra i vari fronti della letteratura: dalla narrativa, alla poesia, passando per la saggistica, la manualistica e i diari letterari. Spicca in particolare, una collana di recente creazione denominata "Grandfather Clock" che racchiude i classici in lingua originale. Un'altra collana che vale la pena di tenere d'occhio con attenzione è quella denominata "Five Yards". Quest'ultima collana ha un nome che rimanda al 1830, quando venne inaugurata la ferrovia tra Manchester e Liverpool, la prima nella storia ad unire tra loro due città. Per conoscere meglio la storia che sta dietro il nome di questa collana vi rimando direttamente al sito della casa editrice.

Questa collana ospita, cito dal sito della casa editrice, "testi classici della letteratura anglosassone in traduzione italiana". Tra i testi ospitati nella collana "Five Yards" ne figurano alcuni firmati da Charlotte Brontë scrittrice della quale tre anni or sono si sono celebrati i duecento anni dalla nascita. È una collana anche assai vitale; vi basti sapere che nei primi mesi di quest'anno sono già due i titoli che si sono andati ad aggiungere: "Quality Street", una commedia scritta dal creatore di Peter Pan, Sir James Matthew Barrie e "Rose Leblanc" di Lady Georgiana Fullerton.

Di grande pregio è anche la sezione della saggistica che si suddivide in tre sottosezioni: Chronos, la collana di saggi storici; Il Salotto di Ersilia, che raccoglie i saggi dell'archeologa Ersilia Caetani Lovatelli, prima donna nella storia ad essere ammessa nella prestigiosa Accademia dei Lincei; Windy Moors, la sezione nella quale sono riuniti saggi biografici e di critica letteraria sui classici della letteratura anglosassoni, con una speciale predilezione per quelli dimenticati, da lungo tempo fuori commercio o non ancora presenti in traduzione italiana.