Una donna aveva nascosto delle dosi di droga nel biberon del figlio per evitare che la droga fosse scoperta durante una perquisizione dei carabinieri.
Dove nascondere la droga? Nel biberon del bambino!

È noto che la droga non porta a comportamenti responsabili, non ci si deve quindi stupire se una madre arriva a concepire come nascondiglio per la cocaina il biberon del figlio. Nell’episodio in questione, avvenuto nei dintorni di Bologna, la donna e due uomini che erano con lei hanno aggredito i militari dell’Arma che sono finiti in ospedale con 7gg di prognosi.

Questa notizia fa da spunto per una riflessione sugli effetti collaterali del consumo di droga casalingo. Le vittime del traffico della droga sono infatti sempre di più i bambini e gli animali domestici. Per fare un esempio in Colorado, da quando la marijuana è stata legalizzata, sono aumentati moltissimo i ricoveri e i decessi di bambini e cani che avevano ingerito per errore torte, cioccolatini e altro cibo con alto contenuto di THC (la sostanza allucinogena e fortemente tossica contenuta nella cannabis).

Tutti questi comportamenti irresponsabili discendono da una mancata educazione e informazione dei giovani: nessun ragazzo si imbarcherebbe mai in una avventura così rischiosa come il consumo di marijuana o altre droghe se fosse veramente consapevole dei pericoli, certi, a cui va incontro.

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Un ragazzo informato, che pensa con la sua testa, pretenderà che gli sia dato un aiuto sincero, reale e naturale, senza ricorrere a droghe e farmaci dannosi. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia e migliaia di ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

Fonte: http://it.drugfreeworld.org