Federica vince sui 200 e 400 stile libero e si candida come protagonista assoluta alla Olimpiadi di questa estate in Inghilterra. Buone anche le prestazioni degli altri nuotatori azzurri con...

Doppia vittoria della Pellegrini al Trofeo Settecolli Herbalife

Federica vince sui 200 e 400 stile libero e si candida come protagonista assoluta alla Olimpiadi di questa estate in Inghilterra. Buone anche le prestazioni degli altri nuotatori azzurri con l'Italia che conquista altri due pass olimpici. Con Pirozzi e Marin sono 264 gli azzurri qualificati per Londra 2012.

Il grande nuoto come ogni anno è tornato al Foro Olimpico per la 49° edizione del Trofeo Settecolli Herbalife, ultimo importante meeting natatorio internazionale prima delle Olimpiadi di Londra. La multinazionale americana leader mondiale nel settore della nutrizione ancora una volta è stata sponsor della prestigiosa manifestazione che ha richiamato a Roma nuotatori internazionali di altissimo livello.

In vasca sono scesi campioni olimpici, primatisti mondiali e campioni del mondo ed ovviamente il meglio del nuoto italiano con la divina Federica Pellegrini,  Alessia Filippi, Filippo Magnini solo per citare i più noti. L’Italia ha partecipato al meeting internazionale con la selezione che ha appena conquistato il record di medaglie agli europei di Decebren con 6 ori, 8 argenti e 6 bronzi.

In questo weekend romano caldo ed assolato hanno nuotato per aggiudicarsi il Trofeo Settecolli Herbalife ben 600 atleti provenienti da 130 club italiani e stranieri in rappresentanza di 39 nazioni. La squadra italiana si è ben comportata aggiudicandosi 17 medaglie e 6 vittorie oltre ai due splendidi pass olimpici conquistati da Luca Marin e Stefania Pirozzi nei 400 misti. 

Strepitosa Federica Pellegrini che è tornata alla vittoria sui 200 e 400 stile libero, le due gare in cui è primatista del mondo. La “divina” ha messo così a tacere le critiche che le sono piovute addosso dopo la deludente prestazione sui 400 a Decebren: «Io non so proprio come darvi la certezza che a Londra potrà andare tutto liscio, perché questa certezza non è possibile averla. Penso che dopo tutto quello che ho fatto per questo sport posso permettermi di sbagliare una gara o di essere semplicemente stanca: non sono un computer».

Si è chiuso nel migliore dei modi il Trofeo Settecolli Hebalife che ha regalato grandi emozioni e spettacolo e ha rinforzato la convinzione di avere una squadra azzurra competitiva e pronta per andare alla conquista degli ori olimpici. Appuntamento dal 27 luglio a Londra per tifare l’Italia non solo del nuoto ma di tutto lo sport a cinque cerchi!