Aumentano le puntate contro il dollaro americano. Secondo quanto ci dice il rapporto CFTC (Commodities Futures Trading Commission), il numero di posizioni corte sul biglietto verde è cresciuto del...

Dollaro ancora debole, crescono le posizioni corte CFTC

postato da serpentediterra il 29/06/2020
Categoria: Finanza - tags: cftc + contratti per differenza + dollaro + opzioni vanilla broker

Aumentano le puntate contro il dollaro americano. Secondo quanto ci dice il rapporto CFTC (Commodities Futures Trading Commission), il numero di posizioni corte sul biglietto verde è cresciuto del 13% durante la settimana scorsa. In pratica gli investitori sono meno convinti della forza del dollaro a stelle e strisce.

Il dollaro e il Covid

dollaroQuesto indebolimento del dollaro indica che le preoccupazioni per la seconda ondata della pandemia non sono ancora così forti. In caso contrario il biglietto verde - considerato comunque un rifugio liquido e sicuro - sarebbe stato più ricercato sui mercati. Ma anche se il coronavirus dovesse tornare con una seconda ondata, non ci potranno essere nuove misure restrittive, al massimo piccoli accorgimenti di quelle già esistenti. Ne sono convinti gli analisti di fornitori di contratti per differenza CFD (cosa sono).

Secondo gli analisti però, è possibile che possa esserci un incremento della domanda di safe haven nei prossimi giorni. Infatti malgrado Texas e la Florida stiano introducendo nuove misure restrittive in modo molto riluttante, è possibile che altri stati presto ripropongano nuove misure restrittive.

Annotazione: dal momento che c'è una sostanziosa richiesta, indichiamo qui quali sono gli opzioni vanilla broker con cui negoziare, sperando dai fare cosa gradita.

Ripresa economica

Dal punto di vista globale, rimane improbabile che gli eventi attuali possano cambiare in modo significativo la prospettiva della situazione. In pratica rimane forte la convinzione che ci sarà una ripresa più robusta dopo un grave capitombolo economico nel secondo trimestre. Tuttavia, la mancanza di un vaccino e la comprensione generale di quanto sia pericolosa la seconda ondata della pandemia, dovrebbe sostenere ancora i beni rifugio.

Va ricordato che dall'inizio dell'anno, il dollaro USA si è apprezzato di circa l'1%, continuando una tendenza lunga quasi un decennio che è stata interrotta solo brevemente nel 2017. Secondo gli economisti di JP Morgan, il biglietto verde si indebolirà nei prossimi anni, ma a causa dell'attuale contesto di rischio il ribasso non si sta ancora svolgendo.