In questo articolo cercheremo di affrontare le differenze e le similarità che ci sono tra le poltrone relax e le poltrone generiche da arredamento.
Poltrona relax Firenze

In questo articolo cercheremo di affrontare un problema in cui ci si imbatte molto di frequente quando si deve acquistare una poltrona relax, ovverosia le differenze e le similarità che ci sono tra le poltrone relax e le poltrone generiche da arredamento.

La suddetta differenza è di particolare rilievo nel momento dell’acquisto dato che spesso dentro al negozio si trovano: da un lato dei clienti molto esigenti e con delle idee ben chiare rispetto alle proprie esigenze, dall’altro dei negozianti non preparati a fornire in maniera puntuale le dovute risposte.

Comunemente quando parliamo di poltrone relax si pensa immediatamente che la principale differenza stia nel fatto che una poltrona relax è un prodotto per persone di una certa età e disabili e dunque si tratti di poltrone per anziani. Questo non è assolutamente vero almeno per due motivi.

Innanzitutto una poltrona relax è del tutto simile ad una normale poltrona da arredamento: un sedile, uno schienale, due braccioli, dei cuscini, dei piedini e dei rivestimenti. Nei modelli più evoluti il telaio – ovverosia la parte metallica su cui vengono inseriti i motori per la reclinazione – non sono nemmeno visibili ad un’attenta e ravvicinata analisi. (Tuttavia quando poi ci si siede o si inizia a fare delle domane più specifiche si capisce come l’articolo non sia una semplice poltrona ma un prodotto che può essere funzionale anche per anziani o per persone con esigenze specifiche o addirittura patologie). Dunque una poltrona relax funge perfettamente alle esigenze che farebbe una normale poltrona d’arredamento.

Punto numero due, la poltrona relax riesce a soddisfare una serie di esigenze che anche giovani e altre categorie di persone in normali condizioni fisiche gradiscono fortemente in una poltrona quali morbidezza della seduta e dello schienale oppure diverso materiale per imbottitura e tutto questo senza aggravi particolari di spesa. Si tratta nello specifico di conseguenze dirette dell’evoluzione della poltrona relax nel suo concetto ortopedico, ma il punto è che mentre le normali poltrone d’arredamento hanno e continuano prevalentemente a investire sul design e sulla forma, le poltrone relax si focalizzano sulla struttura e
sull’esperienza. Così facendo sta accadendo che si vedono sempre più coppie di giovani che  acquistano una poltrona relax personalizzabile – specie da quei marchi più attenti al design e all’esperienza del cliente - mentre si registra una forte contrazione nella vendita della poltrona tradizionale d’arredamento.

Chiaramente permangono differenze tra i due articoli e mediamente il prezzo di una poltrona  relax è più alto di una poltrona d’arredamento. Tuttavia se si considera che qualsiasi poltrona di design ha prezzi a volte doppi o tripli delle poltrone reclinabili senza dare effettivamente nulla più, allora si comprende facilmente la dinamica di mercato e perché sempre più giovani si avvalgano anche di internet e di Google nello specifico per procedere all’acquisto.

Dunque per concludere, noi ci permettiamo di dare due suggerimenti distinti alle due parti che si incontrano nel negozio al momento dell’acquisto. Al cliente consigliamo di informarsi prima di procedere all’acquisto anche tramite internet – sempre più ricco di contenuti precisi e di valore - ; al venditore di smettere di considerare la poltrona relax come una normale poltrona e di iniziare a fare formazione sul prodotto al fine di non farsi trovare impreparato davanti alle precise domande del cliente.

Fonte: http://www.poltrone-italia.com