Il diabete mellito è una malattia molto frequente in cani e gatti. Oggi se su internet si prova a digitare “Diabete Cane” è possibile reperire moltissime informazioni e consigli per affrontare...

Diabete nel cane

postato da animalstore il 07/11/2012
Categoria: Salute e Benessere - tags: caninsulin + diabete cane + vet pen
Diabete nel cane

Il diabete mellito è una malattia molto frequente in cani e gatti. Oggi se su internet si prova a digitare “Diabete Cane” è possibile reperire moltissime informazioni e consigli per affrontare tale malattia e vivere sereni. Grazie all’esercizio fisico, a una dieta corretta e alla terapia insulinica potrete gestire con successo la salute del vostro cane diabetico.

Le cause latenti del diabete non possono essere curate. I cani diabetici richiedono un trattamento per tutta la vita con una preparazione insulinica (insulina veterinaria). Quando un cane diabetico viene stabilizzato con l'insulina, può solitamente condurre una vita sana e felice. L’aspettativa di vita del tuo cane diabetico, stabilizzato con un trattamento insulinico, è simile a quella di altri animali sani della stessa razza. Una buona comunicazione con il tuo veterinario e l’adesione al regime di trattamento manterranno sano il vostro animale. Potrete entrambi godervi insieme la vita per molti anni. Livelli elevati di glucosio ematico causano la comparsa dei segni o sintomi del diabete mellito.

La “soglia renale del glucosio” può essere superata a causa di una presenza eccessiva di glucosio nel sangue, che provoca una escrezione del glucosio nell’urina. La maggiore frequenza di urinazione del vostro cane è causa di una perdita eccessiva di liquidi corporei, che induce il vostro cane diabetico a bere maggiormente. L'approccio terapeutico al diabete mellito richiede uno sforzo congiunto, continuo e collaborativo tra il veterinario ed il proprietario. Trattandosi di una patologia dovuta ad un'inadeguata attività dell'insulina, la terapia si fonda per buona parte sulla somministrazione della stessa dall'esterno e, oltre a ciò, su un regime alimentare specifico e rigoroso da cui non si può prescindere. Esistono diversi tipi di “insulina” sintetizzata in laboratorio, ma quella maggiormente consigliata ed efficacie per il trattamento del diabete nel cane è un'insulina lenta di origine suina (Caninsulin® 40UI/ml), specificatamente ad uso veterinario, da somministrare mediante iniezioni sottopelle, due volte al giorno. La prima e fondamentale questione su cui il proprietario dev'essere informato, nel momento in cui si mette in atto un piano terapeutico contro il diabete, è la necessità di essere molto precisi, rigorosi e “pazienti” nel seguire la prescrizione sia del Caninsulinche del regime dietetico stabilito.

Le ragioni di tanto rigore sono diverse: innanzitutto ogni cane “risponde” alla terapia in tempi decisamente “soggettivi” ed è pertanto importante, soprattutto inizialmente, controllarlo frequentemente. Solo attraverso una buona compliance tra veterinario e proprietario si può ottenere il dosaggio “ideale” di Caninsulin ®, in grado di stabilizzare i livelli di glicemia a valori compatibili con la sopravvivenza. In secondo luogo è bene sapere che l'insulina, in dosi eccessive, può provocare gravi conseguenze nell'animale fino alla morte: da cui deriva l'importanza di somministrarla secondo la quantità, i modi e i tempi prescritti dal veterinario. Per ovviare ad errori di dosaggio, il Caninsulin® viene pertanto venduto insieme a siringhe “dedicate” da 40UI per ml, diverse da quelle utilizzate in medicina umana (100UI o 50UI per ml).La diagnosi di diabete nel cane è molto spesso un evento, per così dire, scioccante per il proprietario. L'esistenza di una terapia se da un lato è un fatto rassicurante, dall'altro rappresenta una sfida e un impegno per chi la deve mettere in atto perché presuppone regolarità, precisione e, soprattutto, la consapevolezza che sarà necessaria per tutta la vita del nostro amico a quattro zampe. Il farmaco d'elezione in medicina veterinaria è il Caninsulin® (40UI/ml), un'insulina lenta di origine suina da somministrare per via sottocutanea due volte al giorno in associazione con un rigoroso regime dietetico specifico per il diabete.

Il Caninsulin® (40UI/ml) viene venduto insieme a siringhe dedicate (40unità per millilitro) nate per evitare di problemi di dosaggio e confusione rispetto a quelle utilizzate in medicina umana per la stessa patologia, ma con scale differenti. Purtroppo ci si è resi conto nel tempo che la terapia contro il diabete nel cane spesso fallisce per oggettivi problemi nella gestione non tanto del farmaco quanto del mezzo di somministrazione ovvero delle siringhe: spesso si hanno problemi a “leggere” la scala graduata, altre volte si sbaglia proprio il “tipo” di siringa, pensando che “una vale l'altra”, mentre è esattamente l'opposto. Per ovviare a tali problematiche, è stato recentemente messo in commercio un innovativo dispositivo ad uso veterinario per la somministrazione di insulina, primo nel suo genere, denominato: VetPen. Vet Pen è una vera e propria penna per insulina veterinaria, disponibile in due formati, scelti a seconda del dosaggio stabilito nella terapia: essa è dotata di un cappuccio, di un supporto per la cartuccia in cui viene inserito il farmaco, dotato di un sottile ago finale, e di un corpo. Quest'ultimo è stato concepito in maniera ergonomica per consentire una facile impugnatura della VetPen ed è munito di una ghiera graduata che consente un'agevole e precisa selezione del dosaggio semplicemente ruotandola.

Lungo il corpo di VetPen esiste poi un tasto che, con estrema facilità, consente di iniettare l'insulina che viene spinta mediante un pistone interno alla cartuccia verso l'ago, proprio come in una normale siringa. La cartuccia è multidose e graduata, in maniera tale da poter tenere sempre sotto controllo la quantità di insulina ancora a disposizione; una volta esaurita, si cambia l'intera cartuccia. La cosa fondamentale, da sapere, è che VetPen va ricaricata esclusivamente con insulina lenta ad uso veterinario 40UI/ml dedicata.