Amare il mondo di Costa Crociere significa, tra le altre cose, provare il medesimo sentimento per il mare. Una ricchezza naturale, preziosa, importantissima per la vita dell’uomo e che...
Mare

Amare il mondo di Costa Crociere significa, tra le altre cose, provare il medesimo sentimento per il mare. Una ricchezza naturale, preziosa, importantissima per la vita dell’uomo e che necessariamente va rispettata e salvaguardata.

Con questa prospettiva apriamo oggi, nel Dream Blog, un nuovo spazio periodico: una serie di post dedicati al mare e a tutte le principali informazioni, notizie, iniziative che ruotano intorno ad esso e all’ambiente.

Per un rispetto ed un affetto più consapevole e profondo.

 

L’Italia è uno dei primi paesi, insieme a Francia, Olanda, Saint Kitts e Nevis, ad aver sottoscritto il trattato sul riciclaggio ecologico delle navi. E fortunatamente ora si è aggiunto anche uno dei cinque principali Paesi al mondo che esercita su larga scala questa attività fino ad oggi non ancora regolamentata. E’ la Turchia che proprio in questi giorni ha firmato il trattato Onu che incoraggia il riciclaggio ecocompatibile delle navi.

L’Hong Kong international Convention for the safe and environmentally sound recycling of ships, adottata a maggio del 2009 ha l’intento di imporre regole volte al riciclaggio corretto e sostenibile delle imbarcazioni alla fine del ciclo di vita, in modo da non dare luogo a rischi per la salute, la sicurezza o l’ambiente.
La convenzione di Hong Kong è stata formata simbolicamente a Londra durante i lavori di un convegno internazionale promosso dall’International maritime organization (Imo), l’Agenzia marittima dell’Onu, che verteva appunto sul tema delle demolizioni ed il riciclo delle navi, con particolare interesse per il corretto smaltimento delle sostanze pericolose contenute negli scafi avviati alla demolizione, come amianto, metalli pesanti, idrocarburi, ozono, antivegetativi.
La Convenzione che ha richiesto tre anni di lavoro impegnando insieme ai rappresentanti di stati e governi, l’Imo, numerose Ong e l’Organizzazione internazionale del lavoro, insieme alle parti della convenzione di Basilea sul controllo dei movimenti transfrontalieri di rifiuti pericolosi e del loro smaltimento è aperta alla firma delle Parti dal primo settembre 2009 e dallo scorso 31 agosto sono aperte le adesioni ufficiali.

La Convenzione entrerà in vigore 24 mesi dopo la data in cui verrà firmata, senza riserva di ratifica, accettazione o approvazione, da almeno 15 Stati.

 

 

La casa editrice Mursia, affiancata dal Comune di Lerici e dalla Società Marittima lericina di Mutuo Soccorso, ha presentato a Lerici la seconda edizione della tre giorni ‘Lerici legge il mare‘: incontri letterari, presentazioni di libri su barche d’epoca, convegni a tema.

"L’evento 2010 si terrà dal 17 al 19 settembre. Si intitola ‘Capitani coraggiosi’: intendendo tutte le persone che dal mare hanno imparato i valori importanti della vita. Nel programma di quest’anno si alterneranno temi storici, in omaggio ai 150 anni della Spedizione dei Mille e alle celebrazioni dell’Unità d’Italia, racconti di regatanti e sportivi che hanno sfidato gli oceani, storie di impegno sociale attraverso la navigazione, e racconti di antiche tradizioni marinare.

E’ una rassegna interamente dedicata alla letteratura e alla cultura del mare: propone incontri con gli scrittori di storie di mare, convegni, mostre fotografiche, spettacoli, film, animazioni per bambini. Tre giorni per scoprire lo spirito del mare. Fra le proposte, una maratona di lettura a più voci, venerdì notte, del celeberrimo romanzo di Rudyard Kipling, ‘Capitani coraggiosi’, omaggio a tutti gli uomini di mare che nel corso dei secoli hanno testimoniato con le loro imprese il coraggio, la determinazione, la solidarietà, il rispetto degli altri, dell’ambiente marino e dei valori della marineria. I capitani e i naviganti del Risorgimento italiano, i velisti e gli sportivi che hanno segnato con le loro imprese le storia della navigazione negli ultimi decenni, i solitari degli oceani, i comandanti dei grandi transatlantici, le donne che hanno aperto l’era della vela al femminile: l’edizione 2010 fa rotta su un mare di valori, di passioni positive. Si potranno visitare due splendide barche d’epoca: la goletta ‘Oloferne’ e il leudo ‘Zigoela’.

Abbinati ai momenti letterari, ci saranno mostre fotografiche, (a Tellaro gli scatti d’epoca sui transatlantici, dalla raccolta di Giuseppe Milano), dimostrazioni di arte marinaresca, e domenica 19 settembre alle ore 10, ‘Capitani oltraggiosi’: convegno sullo stato dei mari italiani. Navi dei veleni, disastri ambientati, intrecci tra illegalità e mondo marittimo. Fra gli ospiti Riccardo Bocca, autore de "Le navi della vergogna".

Per maggiori informazioni: http://www.lericileggeilmare.it/

 

 

Di notte si dorme ormeggiati a bordo, cullati dolcemente dal mare, di giorno si visita la città. Si chiama "Boat and Breakfast" la nuova alternativa al classico pernottamento in albergo che prevede il soggiorno su yacht a motore o a vela, soprattutto in autunno e inverno, in occasione, ad esempio, di eventi speciali dove la disponibilità di strutture alberghiere è limitata. Questa nuova forma di turismo si sta diffondendo non solo tra gli amanti del mare ma anche tra coloro che prediligono una vacanza con ritmi più lenti, dove le ore del giorno e della notte sono scandite dalla possibilità di guardare il tramonto e l’alba da una prospettiva diversa.

E chi non si accontenta di fare solamente il turista a terra, può richiedere uno skipper per una mini crociera nelle calette o nelle isole vicine al porto in cui si è ormeggiati. Tra gli extra che è possibile richiedere ci sono massaggi, noleggio di bici, immersioni, e anche camerieri pronti a servire aperitivi e romantiche cene a lume di candela.

Il Boat & Breakfast è molto diffuso in Francia, Olanda e Stati Uniti. In Italia, le città che già offrono questo servizio sono Genova presso il Marina Genova Aeroporto, Napoli a due passi da Piazza del Plebiscito, Salerno, Nettuno e Ostia alle porte di Roma. Ma in molte altre città di mare è possibile trovare offerte turistiche di questa tipologia.

In rete, una delle più importanti agenzie dove è possibile prenotare la propria vacanza a bordo è http://www.boatandbreakfast.net.

 

 

E’ appena uscito in libreria il romanzo ”Uomini senza vento”, di Simone Perotti, un noir mediterraneo e ambientalista che ha per protagonista un uomo di fronte a un bivio. Una storia psicologica, incalzante, profumata di passione e di mare, che tra paesaggi indimenticabili, raffiche improvvise e spericolate manovre a vela, travolge il cuore e la vita dei personaggi fino a inebriarli del sapore della libertà.

Un’avventura incalzante e ricca di incontri tra le isole pontine, la Corsica, l’Elba, dove la posta in gioco è il mare in pericolo, e una scelta di vita che Renato rimanda da troppo tempo.

Simone Perotti (1965) ha fatto il manager per quasi vent’anni. Poi si e’ trasferito in Liguria per dedicarsi esclusivamente a scrivere e navigare. Fa l’affittabarche, lo skipper e l’istruttore di vela, trascorrendo circa quattro mesi l’anno in mare. Collabora con riviste di turismo, mare, navigazione. Ha pubblicato un libro di racconti e due romanzi con Bompiani. Con Vele (WhiteStar, 2008) ha vinto il Premio Sanremo.

 

(fonte: ANSA)

Fonte: http://imblogger.altervista.org/2010/09/15/da-costa-a-costa-un-mare-di-argomenti/