Crudeltà sugli animali in Turchia: amputazampe e coda al cagnolino e lo abbandona in un bosco. I veterinari hanno combattuto per la vita del cucciolo, invano!       Ennesimo barbaro inutile...

Crudeltà sugli animali in Turchia: amputa zampe e coda al cagnolino e lo abbandona in un bosco

giovanni d'agata

 

Crudeltà sugli animali in Turchia: amputazampe e coda al cagnolino e lo abbandona in un bosco. I veterinari hanno combattuto per la vita del cucciolo, invano!

 

 

 

Ennesimo barbaro inutile omicidio. Un cucciolo di cane è stato ritrovato abbandonato in un bosco nella provincia nord occidentale di Sakarya con le zampe e coda tagliate e, nonostante il cucciolo è stato operato d'urgenza per lui non c'è stato nulla da fare. Il caso ha suscitato l'indignazione nazionale. Per il tremendo gesto, ha fatto sapere il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante la sua campagna elettorale, è stato arrestato un operaio che lavora in un cantiere e ora sia il governo che l'opposizione promettono un inasprimento delle pene per chi maltratta gli animali. E’ stata così forte l’indignazione che, come era facile prevedere, ha infiammato anche la Rete. A Parlare su Twitter Leonardo Di Caprio:  "Le mie mani tremano mentre sto digitando in questo momento. Ieri è stato trovato un cucciolo in una foresta in Turchia, lasciato a morire. Le sue zampe e la sua coda sono state tagliate da qualche mostro. Non appena la gente lo ha trovato, hanno cercato di salvarlo, ma sfortunatamente, è morto. ++". Ancora una volta ci rendiamo conto dell’atrocità a cui l’uomo può arrivare, denuncia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, anche perchè nessuno riesce a dare un senso a questo terribile gesto. Una cosa è certa: il sentimento di indignazione sta accomunando tutti. Dal presidente turco, alle associazioni animaliste hanno urlato ‘vergogna’ e chiedono a gran voce ‘giustizia’. La speranza è che l’autore del vile gesto, sia adeguatamente punito.