Finora il 2017 si sta caratterizzando come l'anno delle criptovalute. Bitcoin ed Ethereum infatti sono quelli che hanno macinato i guadagni maggiori, con grande distacco rispetto agli asset...

Criptovalute, è l'anno del boom. Nel 2017 guadagni da urlo

postato da serpentediterra il 07/07/2017
Categoria: Finanza - tags: bitcoin + ethereum + trading + valute
criptovalute

Finora il 2017 si sta caratterizzando come l'anno delle criptovalute. Bitcoin ed Ethereum infatti sono quelli che hanno macinato i guadagni maggiori, con grande distacco rispetto agli asset tradizionali. Le due criptovalute più note infatti sono stati capaci di procedere a ritmo impressionanti in questi mesi. Attenti però, che di pari passo con i guadagni si sono mosse anche le tempeste. Crescite improvvise ogni tanto hanno lasciato il posto acnhe a ripide cadute.

Questo conferma che il trading su criptovalute non è per tutti. Se cercate una guida come funzionano le opzioni binarie perché temete di perdere, allora non immaginate cosa significa negoziare le valute digitali.

Il successo delle criptovalute

Torniamo però ai dati. Un confronto fatto tra l’andamento di Bitcoin ed Ethereum da un lato, e gli asset più tradizionali dall'altro, le prime hanno avuto grande crescita e importante volatilità. E numeri da record. La capitalizzazione complessiva ha infatti varcato la soglia dei 100 miliardi, mentre il valore di Bitcoin è salito oltre i 3mila dollari. Ethereum è arrivato invece a 300 dollari. Parliamo di crescita che sono state rispettivamente del 165% e del 3.500% (provate a osservare i grafici con indicatore relative vigor index RVI).

E' logico che assieme ai grandi passi profitti, quelli che investono in criptovalute hanno visto crescere anche i dubbi riguardo alla possibile presenza di una bolla speculativa. Una bolla che potrebbe essere destinata a scoppiare prima o dopo, con effetti chiaramente molto pesanti.

Tuttavia, un fatto è sicuro. Le criptovalute sono diventate importantissime per i mercati dei semiconduttori. Infatti più cresce l'utilizzo di Bitconi ed Ethereum, più servono processori di grande dimensione per mantenere sicura ed efficiente la rete su cui viaggiano. E quindi la domanda di semiconduttori si impenna.

Di pari passo con la crescita sui mercati, è cresciuto anche l'interesse delle autorità finanziarie verso le criptovalute. La SEC ha respinto il primo ETF sui bitcoin; ma riesaminerà la questione in futuro.