Creare una società senza droga o soccombere: le soluzioni dei volontari di Un Mondo libero dalla droga.   Sono gli irriducibili. Non si fermano di fronte a niente.Affrontano il nemico...

Creare una società senza droga o soccombere: le soluzioni dei volontari di Un Mondo libero dalla droga.

postato da riformesociali il 19/09/2018
Categoria: Cultura e Società - tags: mondo libero dalla droga

 

Creare una società senza droga o soccombere: le soluzioni dei volontari di Un Mondo libero dalla droga.

 

Sono gli irriducibili. Non si fermano di fronte a niente.Affrontano il nemico ovunque si trovi. Sabato sera,il 15 di settembre, i volontari della Fondazione per un Mondo libero dalla droga erano a Campo de' Fiori, a Roma, a distribuire i loro opuscoli "La Verità sulla droga" tra fiumi di alcol, ragazzi intontiti dall'uso di stupefacenti ed un negozio che addirittura promuove la marijuana e che, facendo questo, fa passare l'idea che la marijuana sia innocua al pari di una tisana di erbe. Ormai, purtroppo,a questo siamo arrivati in Italia e non solo qui. La posta,però, è troppo alta per andare in accordo con tutto questo e non fare qualcosa a riguardo.

Qui si tratta di darsi da fare per salvare non solo  il futuro dei nostri ragazzi, ma l'intera società dalla calamità della droga e da chi vuole una società di persone rese ebeti dal consumo di queste sostanze.Questo, ricordiamolo, è il primo passo verso la creazione di una dittatura totale.

E' tempo  veramente di dare vita ad una nuova società o si rischia di soccombere tutti.La soluzione è semplice, efficace e sperimentata in quel vasto laboratorio che è il mondo. La soluzione è diffondere nella società i dati corretti sulla droga e dove questo è successo c'è stato un calo tangibile del suo consumo

Per questo, oltre agli opuscoli, che non a caso si chiamano" La verità sulla droga", i materiali della Fondazione, in modo da poter raggiungere chiunque, includono anche un “kit per l’insegnante” per fornire ai docenti, alle forze dell’ordine e ai gruppi presenti nella società strumenti efficaci per aiutare soprattutto i giovani a prendere la giusta decisione. Ci sono poi annunci di pubblica utilità incisivi e video documentari che completano la serie: novanta minuti su ogni singola droga, raccontati da coloro che ci sono finiti dentro.Ad oggi, più di 700 milioni di persone hanno sentito o visto il messaggio della Fondazione ma è veramente necessario che tutti vengano raggiunti da questo messaggio. La campagna è patrocinata dalla Chiesa di Scientology ma questa è una sfida per chiunque abbia a cuore il futuro di questa società. Non è troppo tardi ancora. Lì a Campo de' Fiori, sabato, non c'erano solo giovani dediti ad alcol e droga, ma anche tanti artisti di strada che hanno rallegrato la piazza con la loro musica. Non abbassiamo la guardia, perciò, e rimbocchiamoci le mani.

Per maggiori informazioni e per ordinare i materiali:www.noalladroga.it. Se poi si vuole partecipare alla distribuzione prevista per il prossimo fine settimana,chiamare il numero