Passare un periodo di relax in uno degli stabilimenti balneari di Chioggia non significa rinunciare a un giro turistico fra le bellezze della città
postato da DadoNet il 10/08/2012
Categoria: Diari di Viaggio - tags: spiagge chioggia + stabilimenti balneari chioggia

Passare un periodo di relax in uno degli stabilimenti balneari di Chioggia non significa rinunciare a un giro turistico attraverso le bellezze della cittadina, che si dipana dal vivace corso del Popolo, con la settecentesca chiesa di sant’Andrea impreziosita dalla Torre dell’Orologio.

Oltre all’antico – e un tempo unico – ingresso, Porta di Santa Maria, ci sono poi il Canal Vena, dove si trovano l’universitario Palazzo Grassi e il mercato ortofrutticolo e ittico e da cui è possibile visitare le numerose e pittoresche calli, e il Canal Lombardo, il Canale San Domenico e il Canal Lusenzo. Attraverso Ponte Vigo si entra nell’omonima piazza.

La Cattedrale sfoggia il bassorilievo della Madonna del Riposo, e, oltre all’attiguo Tempietto di San Martino, eretto dagli abitanti di Sottomarina in fuga, al suo interno conserva lavori di Tiepolo e Piazzetta. Sansovino è invece l’autore della Madonna con Bambino del gotico Palazzo Granaio, così chiamato per la sua originaria destinazione: risale al 1300.

Subito dietro, superato il Portale di Prisca (una bimba scomparsa) c’è la tipica Pescheria. Non va dimenticata la Casa di Carlo Goldoni. Fra gli altri luoghi di culto si menzionano almeno la Basilica di San Giacomo e la Chiesa della Trinità. Insomma, dalle spiagge di Chioggia ai suoi tesori.
 

Fonte: hhttp://www.bagniclodia.it/