Scopri La verità sull’abuso di alcolUna sbornia è la pratica di consumare grandi quantità di alcol in un singolo periodo, di solito consiste in 5 o più bicchieri per volta per un uomo, o quattro o...

COSA SIGNIFICA UBRIACARSI?

Scopri La verità sull’abuso di alcol
Una sbornia è la pratica di consumare grandi quantità di alcol in un singolo periodo, di solito consiste in 5 o più bicchieri per volta per un uomo, o quattro o più bicchieri per volta per una donna.
Circa il 90% dell’alcol consumato dai giovani al di sotto dei 21 anni negli Stati Uniti avviene sotto forma di sbornie.
CHE COS’È L’ALCOLISMO O DIPENDENZA DALL’ALCOL?
La dipendenza dall’alcol (alcolismo) ha quattro sintomi:
• Smania: una forte necessità o compulsione a bere.
• Perdita di controllo: l’incapacità di limitare il proprio bere in qualsiasi situazione.
• Dipendenza fisica: sintomi d’astinenza, come nausea, sudorazione, tremori ed ansietà avvengono quando l’uso di alcol viene interrotto dopo un periodo di utilizzo eccessivo.
Una seria dipendenza può portare a sintomi di astinenza che mettono a rischio la vita, incluse le convulsioni, a partire da 8/12 ore dall’ultima volta che si è bevuto. Il delirium tremens (DTS) inizia 3 o 4 giorni dopo, quando una persona diventa estremamente agitata, trema, ha allucinazioni e perde il contatto con la realtà.
• Assuefazione: la necessità di bere maggiori quantità di alcol per ubriacarsi.
Un forte bevitore che continua ad aumentare le quantità, spesso dice che potrebbe smettere quando vuole, semplicemente non “vuole” mai farlo. L’alcolismo non è una meta, ma un continuo avanzamento, una lunga strada di deterioramento in cui la vita continua a peggiorare.
“Quando ho cominciato a smettere di bere, ho capito che l’alcol aveva preso il controllo del mio corpo in modo tale da non riuscire a smettere. Tremavo al punto che sembrava stessi per spezzarmi, cominciavo a sudare, non riuscivo a pensare fino a che non bevevo. Non potevo più andare avanti senza alcol.
Ho passato gli 8 anni seguenti dentro e fuori da programmi di disintossicazione ed ospedali, cercando di capire quello che mi era successo, perché non potevo uscirne. È stato l’incubo peggiore e il più lungo.” – Jan

I GIOVANI IN RELAZIONE AGLI ADULTI. CHE DIFFERENZA C’È?
Il corpo di un giovane non può resistere all’alcol nello stesso modo di quello di un adulto.
Bere è più dannoso per gli adolescenti che per gli adulti perché il loro cervello si sta ancora sviluppando nell’adolescenza e perfino all’inizio dell’età adulta. Bere durante questo momento critico per la crescita può causare danni alle funzioni del cervello per tutta la vita, specialmente per quanto riguarda la memoria, capacità motorie (abilità di movimento) e coordinazione.
Secondo la ricerca, i giovani che cominciano a bere all’età di quindici anni hanno quattro volte più probabilità di sviluppare una dipendenza dall’alcol di quelli che cominciano a bere all’età di 21 anni.
Per alcuni adolescenti, come Samantha, bere sembrava una soluzione al problema che non volevano affrontare.
“Quando avevo 13 anni, gli amici mi prendevano in giro se non bevevo. Ho ceduto perché era più facile far parte della compagnia. Ero davvero infelice e bevevo per sfuggire alla mia vita.
Uscivo sempre meno così ho cominciato a perdere gli amici e più mi ritrovavo da sola, più bevevo.
Ero violenta e fuori controllo. Non sapevo mai quello che stavo facendo. Stavo distruggendo la mia famiglia.”
Sbattuta fuori di casa all’età di 16 anni, è diventata una senzatetto ed ha cominciato a chiedere l’elemosina per comprarsi da bere. Dopo anni di abuso, i dottori le hanno detto che aveva danneggiato irreparabilmente la sua salute.
“…Avevo solo 16 anni ma il mio fegato era danneggiato malamente ed ero molto vicina ad uccidermi con tutto quello che stavo bevendo.” – Samantha

Mi prendo una sbornia ogni volta che ne ho occasione e, per essere onesto, mi faccio schifo, ma non posso controllare il mio desiderio di farlo… Se bevo troppo o bevo certi alcolici, mi manca il respiro e mi vengono macchie su tutto il corpo ma continuo a bere fino a che non sono così esausto che mi addormento… Non sono sicuro di essere forte abbastanza da poter abbandonare la mia stupidaggine.” – Allen

Quando sono arrivato a 25 anni, mi sono ritrovato incastrato nell’alcolismo.
Molte delle mie preoccupazioni principali riguardavano il bere, e tutto il resto veniva in secondo piano.
Mi sono reso conto che quando non assumevo alcol provavo un senso di panico e cominciavo a tremare.
Se volevo andare avanti senza bere, dovevo affrontare tremori e sudate. Non potevo stare più di qualche ora senza bere.”
– Paul


“In questo ultimo anno sono andata a lavorare ubriaca, ho avuto un blackout in qualche club o bar e non riuscivo a tornare a casa. Con mia vergogna, ho dormito con qualcuno e non riuscivo a ricordare la persona che era venuta a casa con me fino a quando non ci siamo incontrati l’una con l’altra il mattino successivo.
Ho distrutto due relazioni perché ho ferito i miei partner con il mio alcolismo e continuavo a mettere l’alcol prima di tutto.


I miei familiari sono estremamente feriti perché la loro figlia si sta uccidendo per nessuna ragione apparente.”

- Jamie

L’alcol e droga influiscono in modo completamente negativo sia a livello fisico che mentale. Come sosteneva l’umanitario Ron Hubbard sono l’elemento più distruttivo della società attuale. Una cultura libera dalla droga è l’obiettivo dei volontari Mondo libero dalla droga Padova che promuovono ampiamente attività di prevenzione anche online o seminari web, come il prossimo organizzato dall’associazione Dico no alla droga con relatore Enrico Comi, che si terrà Giovedì 16 alle ore 19.30. Per informazioni Tiziana 393 3332499

www.noalladroga.it