Un aspetto innovativo che mi ha colpito fin dalla prenotazione è la grande varietà di tipologie di cabine disponibili a bordo della Navigator of the Seas. Per tutti i gusti e per tutti i...
Navigator of the Seas

Un aspetto innovativo che mi ha colpito fin dalla prenotazione è la grande varietà di tipologie di cabine disponibili a bordo della Navigator of the Seas. Per tutti i gusti e per tutti i portafogli!

Esistono infatti:

  • Cabine interne, suddivise in 4 categorie a seconda del ponte e della posizione;
  • Cabine interne con vista sulla Royal Promenade;
  • Cabine esterne con finestra;
  • Cabine esterne con balcone;
  • Cabine esterne con balcone superior, suddivise in tre categorie;
  • Cabine esterne con balcone deluxe, suddivise in due categorie;
  • Cabine Family esterne con balcone;
  • Junior Suite;
  • Owner’s Suite;
  • Grand Suite;
  • Royal Family Suite;
  • Royal Suite.

Tutte sono dotate dei principali comfort: bagno privato, cassaforte, frigobar, asciugacapelli, telefono satellitare e televisore a circuito chiuso.
Le varie tipologie – a parte le suite – differiscono nelle dimensioni e nella posizione in cui sono ubicate. Si parte da circa 14mq per le cabine interne ai 19 mq per le esterne con balcone. Le cabine interne, interne vista Promenade, esterne ed esterne con balcone sono ad occupazione doppia. Non sono previsti divani letto né soluzioni alternative per un terzo o quarto ospite.

In quei casi, per garantire un maggior comfort di viaggio, sono state previste le soluzioni Family: 24 mq (o 55 mq per le suite Family) a disposizione per un massimo di 6 passeggeri. Ogni cabina è infatti dotata di letto matrimoniale, di due letti supplementari alti in una stanza separata e di un ulteriore divano letto nella zona soggiorno.

Infine le suite, alcune delle quali con doppi servizi, variano da un minimo di 25 mq ad un massimo di 46, a seconda delle tipologie e possono in alcuni casi ospitare fino a 4 passeggeri.

Un discorso a parte merita "la" Royal Suite. "La" perché unica. Ne esiste una sola in tutta la nave. Esclusiva, lussuosissima e grandissima, è stata pensata per soddisfare gli ospiti più esigenti.
108 mq + i 16 mq del terrazzo fanno di questa cabina un vero e proprio appartamento. Portoncino doppio in legno, campanello, pianoforte a coda, angolo bar con macchina del caffé, schermo LCD a parete, filodiffusione privata, doppi bagni, arredamenti laccati, parquet, vasca idromassaggio, maxi doccia, lettini sul terrazzo, sono solo alcune caratteristiche uniche di una cabina davvero molto speciale. Unico neo: il prezzo!!!

 

La disposizione degli spazi interni (escluse le suite) è molto simile alle cabine delle ultime nate in casa Costa Crociere. Variano unicamente i colori, i rivestimenti ed i tessuti. Una particolarità: lo spazio sotto al letto è libero ed accessibile. Ottimo vano da sfruttare per le valigie vuote!
Nota positiva: il letto, comodissimo.
Nota negativa: forse per via dei colori più carichi ma la cabina sembra, nelle dimensioni, un poco più stretta e lunga rispetto a quelle Costa.

Durante la prova in mare ho sperimentato una cabina esterna superior con balcone; complessivamente l’ho trovata confortevole, accogliente e dotata di tutto l’essenziale.
Un servizio, poi, sempre all’altezza e molto attento ad orari ed abitudini degli ospiti, mi ha definitivamente convinto.
Voto: 4 stelle.

 

Centro Fitness e SPA

Qui il paragone è davvero duro! Tutto funziona regolarmente bene nella SPA di bordo ma … dopo aver conosciuto e soprattutto provato l’esperienza Samsara SPA di Costa Crociere, non c’è confronto che regge!
A bordo della Navigator of the Seas manca completamente l’ambientazione, l’arredo, il profumo, il clima che, al contrario, in una Samsara SPA percepisci fin da subito. Inizia anzi da lì, da quei particolari, il benessere psicofisico, prima ancora del trattamento prenotato.

L’area, che non prevede cabine dedicate, è ubicata a prua, ai ponti 11 e 12. Decisamente contenuta nelle dimensioni, è in grado di offrire tutti i principali massaggi a due mani. Manca l’influenza della filosofia orientale, manca, in un certo senso, un "carattere".

Ho avuto modo di provare un massaggio. Ben eseguito ma decisamente freddo e poco accogliente. I prezzi, tuttavia, sono in linea con quelli applicati da Costa Crociere. Anche qui, quando la nave è ferma in porto, sono previste scontistiche particolari.

Analoghe considerazioni vanno fatte per la palestra, adiacente alla SPA. Contenuta nelle dimensioni, offre tutte le principali attrezzature sportive. E’ presente inoltre una grande vasca idromassaggio riscaldata a disposizione di tutti, ospiti della SPA e non.

Nota positiva: alla fine del massaggio nessuno mi proporrà un prodotto da acquistare, tentando di convincermi di quanto sono teso e stressato;
Nota negativa: per quanto, durante la prova in mare, tutto abbia funzionato regolarmente, la Samsara, bisogna dirlo, non ha eguali! Questa SPA, pertanto, non convince.
Voto finale: 2 stelle.

 

Crown & Anchor

Crown & Anchor è il programma di fidelizzazione di Royal Caribbean che conta, in tutto il mondo, 5,5 milioni di iscritti.
Esistono 4 diversi livelli di socio: Gold, Platino, Diamond, Diamond Plus.
Per poter richiedere l’adesione al programma è necessario aver fatto, in passato, almeno una crociera con Royal Caribbean.

Il programma differisce dal CostaClub nella metodologia di calcolo del punteggio. Non vengono mai prese in considerazione le spese effettuate a bordo ma unicamente il numero di crociere fatte. La proporzione è semplice: 1 crociera = 1 credito.
Speciali bonus di crediti sono previsti quando la crociera supera le 12 notti e se si soggiorna in Suite.

Il programma risulta ben strutturato e diversificato in tutti i livelli.

Durante la mia prima settimana ho effettuato l’iscrizione (il cui perfezionamento richiede mediamente 4 settimane) e segnalato la mia presenza a bordo anche per la settimana successiva: in questo modo ho avuto la possibilità di testate i privilegi del primo livello, il Gold.

In quella settimana i soci presenti a bordo erano solo 280: di questi circa 260 erano Gold, una quindicina Platino ed i restanti Diamond. Nessun socio Diamond Plus era presente.

Mi è stato consegnato un carnet con tutta una serie di buoni sconto da spendere durante la settimana: bevande, vini, caffé, Johnny Rockets, foto, connessione internet, credito al casino, credito per il bingo, buoni per i negozi,  per la gioielleria, per l’angolo dei tatuaggi (si, a bordo è possibile anche farsi fare un tatuaggio temporaneo) e per la SPA.

Vantaggi concreti ed immediati a cui vanno aggiunti:

l’aperitivo Anchor, davvero molto ricco e con la partecipazione dell’equipe di animazione e degli Ufficiali, compreso il Comandante; posti riservati a teatro; lettini riservati in un piccola area isolata, al ponte 12, sopra lo Sky Bar; una piccola saletta, nella zona buffet, dedicata ai soci, da utilizzare per la prima colazione.

Sono previsti poi diversi ulteriori privilegi a seconda del livello di appartenenza.

Da segnalare che l’ultimo livello, il Diamond Plus, prevede vantaggi differenziati a seconda del punteggio del singolo socio.

Ad esempio, un viaggiatore affezionato Royal (i soci Diamond Plus sono in tutto il mondo circa 5.000) può arrivare addirittura a guadagnarsi una crociera di sette notti in suite (ma i crediti necessari sono davvero tanti!), piuttosto che l’upgrade di cabina, la scelta del tavolo al ristorante, una cena con gli ufficiali di bordo, spille, etichette, crediti da spendere a bordo … insomma: davvero un programma molto ricco di possibilità.

Rispetto al CostaClub, offre una differenziazione ancora maggiore dei soci e premia unicamente in funzione della fedeltà nel tempo.

Voto finale: 3 stelle. Un giudizio forse severo ma mi sono accorto di un particolare: alcuni privilegi offerti a bordo sarebbero, in realtà, previsti per i livelli successivi. Di fatto però i soci Platinum e Diamond a bordo sono numericamente molto pochi. Da qui, credo, la decisione di estendere, in un’ottica promozionale, alcuni privilegi anche ai soci Gold, falsando però, nello stesso tempo, la realtà.

 

Vita di bordo, animazione, spettacoli … nel prossimo post!

Dream Blog -  http://www.dreamblog.it

 

Fonte: http://imblogger.altervista.org/2010/09/09/confronto-fra-titani-cabine-spa-crown-anchor-club/