La tecnologia ha cambiato il modo di pensare e di agire degli italiani.

Computer, tutti ne hanno uno!

postato da MicheleS il 11/02/2019
Categoria: Tecnologia - tags: computer + informatica + pc
donna al pc

Molte persone non riescono a superare una giornata di lavoro senza di loro. Il computer al giorno d'oggi è usato in svariati ambiti:alcuni li usano per giochi, shopping, socializzazione e persino incontri.  

I PC sono diventati, ormai, una parte importante della nostra vita, quasi fondamentale.   

Con un costo medio di circa 275 Euro per un modello di fascia bassa e circa 1500 Euro per qualcosa con prestazioni più elevate, i computer hanno trovato la loro strada nelle case di milioni di italiani.   

Dal 1984 al 2011, i dati degli italiani indicano che la percentuale di famiglie che possiedono un computer è passata da una percentuale molto bassa ad oltre il 75%. Questo aumento è direttamente correlato con la disponibilità e l'aumento dell'utilizzo di Internet e grazie alla moltitudine di modelli e prezzi che esistono sul mercato.  

I computer hanno anche visto un calo significativo dei prezzi negli ultimi anni. Nel 1996, stavi considerando un costo di circa 3,500 Euro per un modello con un processore da 100 MHz, 1,2 GB di disco rigido e 12 MB di RAM.

Il monitor aveva una dimensione di circa 15 pollici e funzionalità come un CD-ROM erano ancora considerate piuttosto appariscenti.

Oggi, con i nostri touchscreen, terabyte di RAM e monitor ad alta definizione, è difficile persino pensare a un computer con così poca potenza.   Le parti sono diventate sempre meno costose e ci sono così tanti venditori di computer là fuori, il prezzo di un PC si è ridotto sulla base di semplici principi di domanda e offerta.

Con i computer che sono relativamente economici, qual è la migliore azione da intraprendere in caso di guasto al PC? Quando dovresti comprare un nuovo PC?  

Per avere un buon pc, devi andare per forza su un sito affidabile e sicuro, un sito che parla di informatica e che al suo interno contiene molte guide.   A voi l'ardua sentenza.