Le commodity rappresentano una soluzione di opportunità straordinariamente interessante per i tempi di mercato internazionale che stiamo vivendo. L’osservazione costante ed attenta, di quelli che...

Commodities: mercati in continuo cambiamento per l’effetto Europa

Le commodity rappresentano una soluzione di opportunità straordinariamente interessante per i tempi di mercato internazionale che stiamo vivendo. L’osservazione costante ed attenta, di quelli che sono gli andamenti e le tendenze riguardanti il trading delle materie prime, risultano oggi fondamentali per il complesso mondo delle Borse e forniscono inoltre una fotografia in continuo divenire, ma non per questo inutilizzabile, che traccia costantemente il profilo dei mercati globali. Oggi, su questo panorama, domina senza dubbio quello che si può giustamente definire come l’”effetto Europa” ovvero il sentimento concreta incertezza (a livello sia economico che politico, quindi gestionale) che è in grado di destabilizzare i rapporti non solo tra EuroZona e resto del mondo ma che intacca anche (a causa di un disequilibrio complesso e ramificato) i rapporti tra le diverse nazioni esterne all’UE ma che hanno comunque a che fare con almeno un aspetto della sua economia e quindi dei suoi mercati. A rendere ancor più complessa l’interpretazione dell’orizzonte che ci attende giunge poi la risposta globale a tale situazione che si palesa in un potenziamento nella fase di rallentamento e chiusura  dei consumi. Certamente restano importanti da cogliere anche quei piccoli e timidi cenni positivi di ripresa che si mostrano come una vera e propria azione di resistenza al pessimismo del marketing odierno; un debole ma a suo modo forte segnale estremamente esemplificativo è dato dal settore dei metalli dedicati all’industria: al di là della sofferenza espressa da siderurgia e mercato dell’auto vi è infatti una evidente crescita della domanda per quel che concerne la realizzazione di macchine e strumenti per la lavorazione di precisione come lame e guide per macchine utensili.  Non si tratta certamente di una ripresa del comparto ma indica senza dubbio che qualcosa di non indifferente sta lentamente crescendo e si muove a livello sia industriale che commerciale.