La parte più odiosa del viaggiare, il jet lag, può essere talvolta così forte che si inizia a pensare che non si riesca più a dormire. O addirittura che non ci si possa più alzare. Dipende da...
postato da andea79 il 19/10/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: benessere e salute

La parte più odiosa del viaggiare, il jet lag, può essere talvolta così forte che si inizia a pensare che non si riesca più a dormire. O addirittura che non ci si possa più alzare. Dipende da che ora è!

Se hai questo problema e stai cercando di resettare il tuo orologio interno su fusi orari diversi, potresti trovare beneficio dal seguire questi semplici consigli per aiutare il tuo corpo. Dopotutto non è proprio il massimo passare tutte le vacanze nella camera d’albergo.

1.    Bevi molto durante il volo. La stanchezza di quando si atterra in un altro fuso orario è causata dalla mancanza di sonno, ma anche dalla deidratazione. L’aria che si respira in un aeroplano è estremamente asciutta e se non si beve abbastanza si finirà ancora più esausti.
2.    Prova a dormire in volo. È molto più difficile superare il jet lag se non si è ben riposati dall’inizio. Prova ad aiutarti a dormire a bordo usando maschere per gli occhi, tappi per le orecchie e un cuscino. Se hai un volo molto lungo (superiore alle otto ore), potresti considerare l’assunzione di una pastiglia per dormire, come l’Ambien.
3.    Quando si atterra, cerca di stare sveglio fino a un’ora ragionevole per dormire secondo il nuovo fuso orario. A meno che non si atterri molto presto al mattino e non pensi che non riesci a resistere per altre 12 ore senza dormire, cerca di evitare il sonnellino. Invierai al tuo corpo dei messaggi errati.
4.    Una volta arrivati a destinazione, cerca di esporti il più possibile alla luce solare. La luce del sole non solo ti aiuterà a tenerti sveglio, ma convincerà il corpo che è giorno, anche se per te è ancora mezzanotte.
5.    Dopo qualche giorno che si va a dormire un po’ dopo (o un po’ prima, nel caso si viaggi verso est) ogni giorno, il tuo corpo dovrebbe abituarsi e smettere di avere problemi legati al fuso orario. Se si continua a soffrire di insonnia, mancanza di sonno e impossibilità di svegliarsi presto al mattino e di sentirsi riposati, dopo più di tre o quattro giorni, dovresti considerare ancora una volta l’aiuto da parte di Ambien. Questa pastiglia ti aiuterà a dormire a un’ora ragionevole (che tu avrai sotto controllo) e dopo otto ore ti sentirai rinvigorito.

Dopo un paio di giorni dovresti tornare alla normalità! Si spera che a questo punto non sarà ora di tornare a casa e di cambiare nuovamente fuso orario…

Il jet lag o discronia, disritmia o disincronosi circadiana, è un disturbo che accade quando si attraversa vari fusi orari, come nel caso di un viaggio lungo. Quando si giunge alla destinazione si è assai assonnati, confusi o stanchi. Questo fenomeno avviene a causa di un' alterazione dei normali ritmi circadiani; per ripristinarli viene utilizzata la melatonina.
Nella nostra farmacia on line potete trovare molti altri articoli sul benessere e la salute generale

Fonte: http://www.italiafarmacia.com/salute-generale/